Il Gp del Canada mette a dura prova i freni

Ecco quali sono i vincoli di regolamentoche rendono Montreal la pista più difficile

La Ferrari F2012 si gioca buona parte delle sue possibilità di lottare nel mondiale in Canada: sulla Rossa tornano gli scarichi laterali per rilanciare la Rossa dopo che erano stati bocciati nei test invernali e si erano rivisti nei test del Mugello di inizio maggio. MONTREAL SEVERA PER I FRENILa pista di Montreal è considerata quella che mette più a dura prova l'impianto dei freni con staccate molto violente dopo rettilinei lunghi e il consumo dei motori con le continue accelerazioni in uscita dalle numerose chicane. Ora l'impianto dei freni è vincolato nelle dimensioni dei dischi dalle misure imposte dalla FIA, mentre in passato i team erano arrivati a sviluppare sistemi pensati apposta per questo tracciato con spessori che arrivavano a 34 mm. DISCHI DI 28 MM DI SPESSOREOggi il vincolo di regolamento per i dischi di carbonio è di 28 mm di spessore e 278 mm di diametro, mentre tutte le altre parti che compongono l'impianto devono essere realizzati in materiali di alluminio con un’elasticità non superiore a 80Gpa. SEI POMPANTI PER PINZAOgni pinza dei freni può essere dotata al massimo di sei pompanti per ruota, mentre la sezione di ogni pistoncino deve essere circolare. Per ottimizzare l'efficienza del sistema con tutti questi limiti, diventa importante riuscire a raffreddare nel migliore dei modi il sistema: i flussi, ormai, non servono solo a controllare le temperature (ci sono picchi in staccata che superano gli 800 gradi!), ma anche a migliorare l'aerodinamica della monoposto pulendo i passaggi di aria intorno alla ruota. FERRARI CON BREMBOLa Ferrari adotta l'impianto dei freni Brembo che i tecnici del Cavallino hanno sviluppato in collaborazione esclusiva con l'azienda bergamasca.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie