Hembery: "Previsti due pit, ma si può osare uno solo!"

A Budapest l'usura è limitata. Oggi per il caldo è cresciuta ad un secondo la differenza fra soft e medium

Hembery:
Le qualifiche del Gp d’Ungheria, per il quale sono stati nominati gli pneumatici P Zero White medium e P Zero Yellow soft, si sono disputate con una temperatura ambientale di 30 gradi e una temperatura di pista di 45 gradi: è il weekend di gara più caldo sinora. Lewis Hamilton ha dominato le qualifiche, segnando la 150esima pole della McLaren. L’inglese, in pole per la terza volta quest’anno, è stato anche il più veloce in entrambe le sessioni di prove libere di ieri. Durante la Q1, con temperature crescenti, tutte le squadre ad eccezione di Caterham, HRT e Marussia, hanno montato gomme medie per poi passare alle morbide nelle fasi finali, man mano che la pista si è evoluta. Solo i piloti Lotus, Romain Grosjean e Kimi Raikkonen, hanno continuato con gomme medie fino alla fine della sessione. Lewis Hamilton ha fatto segnare il suo miglior tempo con gomme medie, senza mai utilizzare gomme morbide. Le 17 monoposto approdate in Q2 hanno iniziato tutte con gomme morbide. Ancora una volta Hamilton è stato il più veloce. Da segnalare anche la prestazione del pilota Williams, Bruno Senna, che è passato per la prima volta quest’anno in Q3. La Mercedes di Nico Rosberg e la Sauber di Sergio Perez hanno segnato un tempo identico, ma entrambi non sono riusciti ad entrare nella top ten. Solo il pilota della Force India, Nico Hulkenberg, è sceso in pista in Q3 su gomme medie; tutti gli altri piloti sono usciti con gomme soft. E proprio con questa mescola Hamilton ha guadagnato la pole position. I primi dieci piloti hanno segnato il loro tempo migliore con i P Zero Yellow soft: pneumatico con il quale inizieranno la gara domani. La differenza di tempo tra le due mescole è stata leggermente superiore rispetto a ieri: circa un secondo al giro. Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato: “Congratulazioni a Lewis Hamilton e alla McLaren per l’eccellente prestazione. Complimenti anche al nostro ex test driver Romain Grosjean, che ha ottenuto la sua migliore posizione in qualifica, partendo domani secondo in griglia. La pista si è notevolmente evoluta nel corso della giornata, nonostante la polvere che è una caratteristica costante di questo circuito, aumentata da una serie di fuori pista in qualifica. Nella parte finale abbiamo visto tattiche diverse: la McLaren, la Lotus e una Force India hanno optato per due run, mentre tutti gli altri hanno corso un solo run. Domani ci aspettiamo due pit-stop, anche se il tasso di usura relativamente basso potrebbe spingere qualcuno ad azzardare una strategia a una sola sosta. C’è ancora il rischio di pioggia per domani, e ciò, ovviamente, altererebbe tutta la gara”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie