La Pirelli prevede una gara con tre soste

La Pirelli prevede una gara con tre soste

Hembery si aspetta un Gp davvero intrigante domani a Budapest

Nelle qualifiche del Gran Premio d’Ungheria, il leader del Campionato Sebastian Vettel di Red Bull Racing ha conquistato l’ottava pole position in 11 gare e la sua terza pole con gli pneumatici P Zero Red supersoft. I primi cinque piloti si sono posizionati tutti in meno di mezzo secondo, con Vettel che ha usato gli pneumatici più morbidi della gamma Pirelli per registrare il tempo di 1m19.815s, conquistando così la sua seconda pole consecutiva sull’Hungaroring. La strategia degli pneumatici ha giocato un ruolo chiave nel corso dell’intera sessione di qualifiche, con diversi Team che si sono concentrati più sul risparmiare i P Zero Red supersoft che non sulla loro posizione in griglia di partenza. Sebastien Buemi è stato l’unico a utilizzare i soli P Zero Yellow soft in qualifica e, pur essendosi piazzato al 18° posto ed essere quindi stato eliminato nel Q1, per la gara di domani disporrà dell’intero quantitativo di pneumatici supersoft in dotazione. Durante il Q2, il pilota della Williams Pastor Maldonado non ha effettuato alcun run, mentre il pilota della McLaren Lewis Hamilton è stato l’unico a conquistare il passaggio in Q3 utilizzando solo gli pneumatici soft. Nel Q3, invece, tutti i top driver hanno usato i P Zero Red supersoft, con Hamilton primo pilota nel weekend ad infrangere il muro dell’1m20s. La maggior parte dei piloti di testa ha completato due run durante l’ultima sessione, con la pole decisa solo nell’intenso finale. Durante i minuti conclusivi, infatti, Hamilton e Vettel erano vicinissimi nel primo settore del giro, ma alla fine è stato il tedesco a conquistare la pole position per un solo decimo di secondo. Il secondo posto di Hamilton sulla griglia eguaglia il suo miglior piazzamento della stagione, che si è assicurato già tre volte quest’anno. Con 16 degli ultimi 25 Gran Premi d’Ungheria vinti dalla prima fila, la posizione in griglia sarà, anche domani, storicamente vitale. Vettel era stato il più veloce anche nelle libere di questa mattina, a seguito delle modifiche all’assetto effettuate sulla sua monoposto durante la notte. Utilizzando gli pneumatici P Zero Red supersoft, infatti, Vettel aveva registrato un tempo di 1m21.168s. Miglior risultato dell’anno in qualifica per il pilota della Sauber Sergio Perez, 10°, nonostante non abbia registrato alcun tempo nel Q3. Il pilota messicano era già entrato nella top 10 a Monaco, ma non aveva potuto prendere il via della gara in seguito all’incidente durante le qualifiche. Caldo e asciutto hanno caratterizzato tutta la giornata odierna, con 23 gradi centrigradi durante le sessioni di qualifica. Per la gara di domani si prevedono temperature persino più alte e condizioni di asciutto, che renderanno ancor più impegnativo il ruolo degli pneumatici. Il commento del Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: “Questa sessione di qualifica è stata una delle più intense della stagione, con il risultato finale in sospeso fino ai secondi conclusivi. È interessante notare come Lewis Hamilton abbia risparmiato un set di pneumatici supersoft, vedremo se domani cercherà di adottare una strategia leggermente diversa. Penso che in gara la maggior parte dei piloti opterà per una tattica di tre soste, ma la pista è in continua evoluzione e questo dovrebbe rendere possibili dei run più lunghi. È positivo anche il fatto che Sergio Perez sia entrato nella top 10, domani dovremmo assistere a una gara davvero intrigante”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag richiami