Alonso: "Qualifica più importante che altrove"

La pioggia non ha permesso al ferrarista di trarre troppe indicazioni sui valori in campo

Alonso:
La nuvola di Fantozzi sembra seguire la Formula 1 in questa traversata dell'Europa da Ovest a Est. Pioveva il venerdì a Silverstone, pioveva la settimana scorsa a Hockenheim e, nonostante tutte le premesse, ha piovuto anche oggi all'Hungaroring, il circuito situato alle porte di Budapest. Sono stati sicuramente minori rispetto alle due precedenti giornate di prove libere i disagi provocati dalla pioggia ma anche stavolta nessuno dei 24 iscritti alla corsa ha potuto saggiare sulla lunga distanza il comportamento di entrambi i tipi di pneumatici da asciutto perché l'acqua ha iniziato a cadere circa verso metà sessione. Fernando Alonso: ''Che dire, il solito venerdì, al termine del quale è sempre difficile fare delle ipotesi su come andranno le cose in qualifica e in gara. Lo è ancora di più quando piove, com'è accaduto negli ultimi tre fine settimana in pista. Proprio a causa della pioggia di oggi pomeriggio non siamo riusciti a provare gli pneumatici da asciutto sulla lunga distanza ma, almeno, la mattina siamo riusciti a completare il lavoro sulle novità aerodinamiche che avevamo portato qui in Ungheria. Sta ora ai nostri tecnici fare tutte le analisi del caso per mettere insieme il miglior pacchetto possibile per il resto del weekend. Qui la qualifica è sicuramente più importante che altrove: sarà quindi fondamentale curare ogni dettaglio per prepararci nella maniera migliore per domani. L'incognita gomme? E' lo stesso per tutti, come a Silverstone e Hockenheim!''. Felipe Massa: ''Tutto sommato, è stata una buona giornata, con l'unico inconveniente della pioggia arrivata a metà pomeriggio, che ci ha impedito di effettuare la prevista prova sulla lunga distanza per capire il comportamento degli pneumatici. Peraltro, non è stato un problema soltanto nostro perché tutti si sono ritrovati nella stessa situazione. Siamo comunque riusciti ad avere un'idea abbastanza chiara sia sulla prestazione delle gomme sia su quella della vettura ma è davvero troppo presto per dare un giudizio su dove siamo rispetto alla concorrenza. Sicuramente ci sono delle macchine che sono andate forte, come del resto avevamo visto a Hockenheim. Inoltre, sappiamo bene che all'Hungaroring i risultati del primo giorno vanno sempre presi con le molle perché la pista è, all'inizio del fine settimana, sempre molto sporca: dal venerdì alla domenica la situazione cambia radicalmente. Vedremo come andranno le cose domani. Sappiamo bene che dobbiamo fare tutto al meglio per giocarci le nostre carte con profitto''. Pat Fry: ''Abbiamo fatto cento giri con due piloti ma molto meno della metà sono stati davvero significativi per valutare la prestazione della F2012 su questo tracciato. Come sempre il venerdì, avevamo tantissimo lavoro da fare, soprattutto per quanto riguarda l'aerodinamica della vettura. Fortunatamente, la pioggia -- una costante che sembra accompagnarci in questa lunga stagione estiva -- è arrivata quando questa parte del lavoro era stata completata: abbiamo raccolto un'importante mole di dati che ora dovremo analizzare, sia in pista che a Maranello, per decidere non soltanto la configurazione delle monoposto per il resto del fine settimana ma anche per proseguire nel lavoro di sviluppo nella seconda parte della stagione. Non abbiamo avuto problemi di affidabilità, il che è sempre positivo. Per quel poco che si può dire degli altri, non si può che confermare quello che abbiamo detto alla vigilia: ci sono alcune vetture che sono più veloci di noi e, se vogliamo avere una sia pur minima chance di batterle, dobbiamo fare tutto alla perfezione. Non sarà facile ma ce la metteremo tutta, come sempre''.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie