Herbert spiega i motivi della penalizzazione di Massa

Herbert spiega i motivi della penalizzazione di Massa

Secondo il commissario FIA, il ferrarista non ha fatto nulla per evitare il contatto con Hamilton

L'argomento di cui si è discusso maggiormente in occasione del Gp dell'India è stato senza ombra di dubbio il contatto che ha avuto per protagonisti, tanto per cambiare, Lewis Hamilton e Felipe Massa. Anche questa volta ci sono state tante discussioni, con la FIA che ha deciso di sanzionare il pilota della Ferrari, che però non era concorde con questa decisione. Johnny Herbert, che era il rappresentante dei piloti all'interno del collegio commissari, ha deciso quindi di spiegare le motivazioni che hanno portato a punire il brasiliano con un drive through. "La decisione di penalizzare Massa per il contatto con Hamilton è stata presa per un motivo molto semplice: l'incidente avrebbe potuto essere evitato" ha detto Herbert. "Dopo aver esaminato le immagini da tutte le angolazioni e studiato i nostri dati a disposizione, era chiaro che Massa sapeva dove si trovava Hamilton prima di decidere di tagliargli la strada". "Se Massa non avesse lasciato la porta aperta, lo scenario sarebbe stato diverso: se ci fosse stato un contatto, avremmo dato la colpa ad Hamilton. Ma non è andata così e quindi credo che la nostra decisione sia stata corretta" ha aggiunto il pilota britannico.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Johnny Herbert , Lewis Hamilton , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie