Alonso: "Alla Ferrari siamo condannati a vincere"

Lo spagnolo ha impersonato i Re Magi al Banco Santander con Gene e de la Rosa

Alonso:
L’ultimo impegno professionale del 2011 di Fernando Alonso si è svolto ieri pomeriggio al quartier generale del Banco Santander a Boadilla del Monte, vicino Madrid. Dopo essere stato a Maranello Babbo Natale per le famiglie dei dipendenti della Ferrari, il pilota spagnolo ha indossato i panni di uno dei Re Magi per celebrare le festività di fine anno insieme ad una rappresentanza dei dipendenti di uno dei maggiori sponsor della Scuderia. Accanto a Fernando c’erano i suoi colleghi Marc Gené e Pedro De La Rosa, per la gioia dei tantissimi bambini presenti che hanno ricevuto tutti in dono una confezione di Scalextric. In precedenza, Fernando aveva incontrato un gruppo di giornalisti spagnoli per uno scambio di auguri, accompagnato peraltro da alcune dichiarazioni di prammatica sull’annata di Formula 1 appena conclusa e su quella che comincerà fra poche settimane. “Adesso è la fase in cui si è sempre ottimisti ma poi dobbiamo aspettare l’inizio della stagione per vedere dove saremo davvero. E’ vero che in questi giorni passati a Maranello ho trovato un buon clima, c’è molta fiducia” – ha detto Fernando – “Noi vogliamo recuperare quel gusto della vittoria che ci manca da un po’ di tempo. La primavera scorsa abbiamo fatto dei cambiamenti importanti nella struttura tecnica della squadra e ora abbiamo messo nel progetto della nuova macchina un approccio nuovo, meno conservatore. La filosofia della monoposto 2012 è molto diversa rispetto a quella del 2011, soprattutto in alcune aree chiave come le sospensioni e l’aerodinamica. Alla Ferrari sappiamo bene che siamo condannati a vincere: se non succede d’inverno i giornali dedicano pagine al perché e a come si possono cambiare le cose mentre per gli altri rimangono le briciole dal punto di vista della copertura mediatica. E’ una delle cose che rende la Ferrari differente da qualsiasi altra squadra". “Ora però è giunto il momento di staccare la spina per qualche settimana” – ha concluso il pilota di Oviedo – “Bisogna ricaricare le batterie ed essere pronti al 100% per la prossima stagione, quando credo che ci sarà molto più equilibrio rispetto a quella appena conclusa. La Red Bull resterà fortissima ma credo che avranno meno margine di miglioramento rispetto a noi, che quest’anno eravamo più indietro”. In mattinata ad Alonso era stato assegnato un importante riconoscimento, il Premio Internazionale dello Sport della Comunità Autonoma di Madrid. Fernando aveva ricevuto il premio dalle mani della Presidentessa Esperanza Aguirre nel corso di una cerimonia svoltasi presso la sede della Comunità.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie