Ecco come si aziona il DRS sulla Ferrari F2012

Il pilota deve schiacciare con il piede sinistro il piccolo pedale che è montato sul poggiapiedi

La Ferrari F2012 a Monza non era certo la monoposto più veloce sul rettifilo del traguardo durante il Gp d’Italia, visto che Felipe Massa ha ottenuto l’undicesima velocità con 337,9 km/h. Il brasiliano, che disponeva dell’ala posteriore inferiore svergolata, aveva una configurazione aerodinamica più carica in quel punto e più scarica nel profilo principale rispetto a Fernando Alonso. Lo spagnolo, invece, ha scelto un pacchetto più scarico nell’ala inferiore e con il profilo principale leggermente più incidente, è risultato solo tredicesimo alla speed trap con 337,6 km/h, risultando più lento della Lotus di Kimi Raikkonen di 8,4 km/h. Ciononostante le Rosse si sono rivelate monoposto molto competitive che hanno saputo sfruttare l’ala mobile anche per effettuare dei sorpassi, specie con lo spagnolo che è risalito dalla decima alla terza posizione. Nell’animazione di è possibile analizzare in maniera chiara e semplice come si attiva il DRS sulla F2012: il pilota aziona il sistema schiacciando con il piede sinistro un terzo pedalino che si trova sul poggiapiedi, sul lato sinistro della scocca. L’ala rimane aperta fino a quando il conduttore non sposta l’arto per andare ad iniziare la staccata. Ogni squadra ha sviluppato un suo sistema autonomo per attivare l’ala mobile: la Ferrari continua a migliorare il suo metodo che è stato sviluppato con la concreta collaborazione dei piloti che hanno lavorato a stretto contatto con i tecnici diretti da Pat Fry.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie