Hamilton va aiutato? Button e Whitmarsh ne discutono

Hamilton va aiutato? Button e Whitmarsh ne discutono

Il team principal ha parlato di questa ipotesi tra qualche gara, ma Jenson non ne pare entusiasta

Jenson Button si presenta a Spa-Francorchamps staccato di 88 lunghezze da Fernando Alonso nel Mondiale Piloti. Nonostante le ultime prestazioni incoraggianti prima della pausa estiva, parliamo quindi di un distacco importante, che soprattutto lo pone 41 punt indietro anche rispetto al compagno di squadra Lewis Hamilton. Questa situazione ha quindi innescato una sorta di botta e risposta tra l'ex campione del mondo ed il team principal Martin Whitmarsh. Pur sottolineando quanto sia ancora presto per farlo, nell'ambito dell'ormai tradizionale video conferenza organizzata per Vodafone, quest'ultimo ha ipotizzato che prima o poi a Jenson possa essere chiesto di aiutare Hamilton nella corsa al titolo. "Potrebbe arrivare un momento nella stagione in cui Button potrebbe essere chiamato ad aiutare Hamilton, ma con ancora nove gare da disputare e 25 punti in palio in ognuna di queste le cose possono ancora cambiare rapidamente. Inoltre bisogna sempre misurare le parole quando si chiede ad un pilota di aiutare il compagno di squadra. A Spa sicuramente i nostri piloti gareggeranno alla pari, anche perchè credo che ci vorranno ancora alcune gare prima di prendere in considerazione questa ipotesi" ha detto Whitmarsh. Parole che in un certo senso sembrano aver fatto irritare Button, che in conferenza stampa oggi ha risposto: "Personalmente credo che in questo momento sia una conversazione abbastanza inutile. Quaratna punti non sono un margine enorme, sono meno di due vittorie. Metà della griglia è alle spalle del compagno di squadra e nessuno di questi piloti è arrivato qui dicendo che gli darà una mano. Devi sempre pensare di avere una chance e lottare per questa fino a quando non sei effettivamente tagliato fuori". E poi ha ribadito di voler lottare fino a quando la matematica non lo avrà tagliato fuori: "Siamo tutti qui per lottare, per fare il miglior lavoro possibile per noi e per il team. Il campionato sarebbe davvero noioso se ci fossero solo 12 piloti liberi di lottare ed altrettanti pronti solo ad aiutarli. Tutti lotteremo fino a quando non avremo vinto il campionato o fino a quando la matematica ci impedirà di farlo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jenson Button
Articolo di tipo Ultime notizie