Alonso: "Non potevamo fare di più"

Lo spagnolo non è rammaricato neanche per aver perso il terzo posto nel Mondiale

Alonso:
Ventidue i punti all’attivo della Scuderia Ferrari nell’ultima gara della stagione, frutto del quarto posto di Fernando Alonso e del quinto di Felipe Massa. Nonostante le previsioni meteorologiche avverse della vigilia, la gara si è svolta tutta sull’asciutto. I due ferraristi hanno impostato la gara su due strategie diverse ma la differenza non è stata voluta bensì determinata dalle circostanze, in quanto Felipe aveva un treno di gomme Soft in meno del compagno di squadra. Dopo l’esito di questa gara Fernando è scivolato fuori dal podio nel campionato Piloti, dove Felipe si è piazzato sesto. Stefano Domenicali:Speravamo e volevamo chiudere la stagione con almeno un altro piazzamento sul podio ma sapevamo che sarebbe stato molto difficile vista la qualità degli avversari che avevamo davanti in qualifica. Fernando ha sfiorato questo risultato, lottando fino all’ultimo, ma è rimasto ai piedi del podio, il che, in concomitanza con il successo di Webber, gli impedirà di andare in India per partecipare al galà della FIA riservato ai primi tre del Campionato Piloti: peccato perché per quello che ha fatto quest’anno – dove ha realizzato addirittura più punti rispetto al 2010 – si meritava un piazzamento sicuramente migliore. Felipe è stato costretto ad una strategia sulla carta meno veloce ma ha fatto comunque una gara molto buona: si era guadagnato in pista il quinto posto finale, senza dover attendere il ritiro della seconda McLaren. Ora possiamo archiviare definitivamente un anno sicuramente insufficiente per noi e pensare totalmente alla prossima stagione. Facciamo ancora una volta i complimenti a chi è stato più bravo e gli diamo appuntamento all’anno prossimo, quando cercheremo di essere noi i migliori di tutti. Questo è il nostro obiettivo e non abbiamo certo intenzione di nasconderlo. Ci attendono settimane di grande lavoro, i cui frutti si inizieranno a vedere soltanto a partire da febbraio, quando si riaccenderanno i motori. Infine, lasciatemi dire che mi ha fatto molto piacere sapere che Lewis sia passato a salutare Felipe durante il press meeting che quest’ultimo stava facendo, cancellando così tutte le recenti incomprensioni”. Fernando Alonso:Ancora una gara in cui abbiamo fatto tutto alla perfezione, dalla partenza alla strategia e al lavoro della squadra. Il risultato finale è dipeso più dal rendimento degli altri che dal nostro, perché non potevamo fare di più. Anche oggi siamo partiti molto bene, abbiamo fatto un bel sorpasso su Button ma poi, con le Medium, non avevamo più la velocità per resistere alla sua rimonta. Ho avuto anche un problema con il DRS che non veniva abilitato: non ero in lotta diretta con altri piloti ma mi avrebbe sicuramente fatto guadagnare qualche decimo durante i doppiaggi. Questo Gran Premio è lo specchio di questa stagione: abbiamo fatto quasi sempre il massimo, lottando per il podio con una macchina inferiore alle prime due. Come lavoro di squadra siamo cresciuti molto nel 2011 e dobbiamo ripartire soprattutto da qui per un 2012 ben diverso. Il voto a questa stagione non può che essere lo stesso che ha dato il Presidente Montezemolo, cioè fra il cinque e il sei ma io sono comunque orgoglioso di quello che ha saputo fare la squadra. Ci manca una macchina più veloce di cinque o sei decimi: non è una passeggiata ma ho grande fiducia nei nostri tecnici e in una squadra che ha dominato l’ultima decade in Formula 1 e detiene tutti i record possibili in questo sport. Non dimentichiamoci che sono comunque riuscito a salire dieci volte sul podio e a fare più punti dell’anno scorso. Aver perso il terzo posto nel campionato Piloti non è certo un grande problema: quello che conta davvero è soltanto il primo…”. Felipe Massa:E’ stata una gara difficile, a conclusione di un weekend non certo positivo dal punto di vista tecnico. Non siamo mai riusciti a trovare il bilanciamento giusto e poi è arrivata la tegola della foratura ad una gomma, scoperta ieri, che mi ha privato di un treno di Soft per la gara e mi ha conseguentemente costretto a fare soltanto due soste. Sapevo che sarebbe stato penalizzante perché avrei dovuto fare molti giri con le Medium, una gomma con cui paghiamo un gap più elevato rispetto agli avversari diretti se confrontato con quello delle Soft. Certo, mi sarebbe piaciuto celebrare il mio centesimo Gran Premio con la Ferrari con ben altro risultato ma devo accettare come sono andate le cose. Del resto è stata una gara che ha ricalcato l’andamento di questa stagione: abbastanza bene con le Soft, in difficoltà con le mescole più dure. Sono stato molto contento di sentire il calore del pubblico, che mi ha fatto sentire il suo supporto dall’inizio alla fine del weekend. E’ stato un anno difficile per me e per la squadra e ora possiamo voltare pagina. Dobbiamo lavorare per migliorare la vettura e io farò di tutto per non ripetere più una stagione che so essere stata deludente. Voglio dire che mi ha fatto piacere che Lewis sia venuto a salutarmi mentre stavo parlando con i giornalisti: è stato un gesto molto carino da parte sua. Che cosa chiederò a Babbo Natale? Gli scriverò insieme a Felipinho e gli chiederò una macchina fantastica dall’inizio alla fine del 2012…”. Pat Fry:Un risultato nella logica dopo una gara non particolarmente emozionante. Ci si aspettava la pioggia ma non è arrivata, nonostante varie volte abbia lambito la zona del circuito. Un’altra sorpresa, purtroppo negativa, l’avevamo avuta già ieri sera, quando abbiamo scoperto che una gomma posteriore destra del primo treno di Soft usato in qualifica da Felipe aveva subito una foratura: ciò lo ha obbligato a fare una strategia su due soste, che sapevamo essere penalizzante in termini di tempo di gara complessivo rispetto a quella su tre pit-stop. La partenza è stata ottima per entrambi i piloti: entrambi stavano guadagnando anche un’altra posizione ma poi era finita la pista! Fernando è stato fantastico nella prima metà della gara, superando Button con una bellissima manovra, e poi gestendo il vantaggio in maniera impeccabile. Poi, una volta passato alle gomme Medium, ha pagato lo scotto che di solito abbiamo con le mescole più dure rispetto alla McLaren e non è riuscito a resistere al ritorno di Button. Peccato, perché sarebbe stato bello finire sul podio ma devo dire che il 2011 di Fernando è stato straordinario, basti pensare al numero di volte in cui è riuscito a finire fra i primi tre. Adesso sta a noi mettere a disposizione sua e di Felipe una vettura ben più competitiva di questa: è il nostro obiettivo, è quello cui pensiamo giorno e notte e su cui stiamo spingendo con tutte le nostre forze. Voglio fare i complimenti a tutta la squadra per come ha lavorato in pista durante questa stagione. Abbiamo fatto dei passi avanti molto significativi e dobbiamo continuare su questa strada anche per il prossimo anno. Ci attendono dei mesi molto intensi e tante opportunità per migliorare ancora”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie