Hamilton: "Non voglio creare problemi a nessuno"

Lewis chiarisce che il ruolo di arbitro per il Mondiale non gli interessa e che pensa solo alla vittoria

Hamilton:
Lewis Hamilton è stato senza dubbio un protagonista inatteso delle qualifiche del Gp degli Stati Uniti. Ieri le Red Bull sembravano avere un grande vantaggio nei suoi confronti, ma oggi il pilota della McLaren è arrivato a giocarsi la pole position sul filo dei centesimi con Sebastian Vettel. Il britannico, dunque, è molto soddisfatto della sua prestazione, ma anche preoccupato dall'idea di dover partire sul lato sporco dello schieramento: "Non sono troppo preoccupato per la prima curva, il problema sarà più che altro prendere il via dalla seconda posizione, sul lato dove la pista è più sporca. Proverò in ogni caso a partire bene e poi non credo che ci saranno grossi problemi alla prima curva, perchè è davvero ampia". Partendo accanto a Vettel e con Alonso solo in quarta fila, Lewis potrebbe ritrovarsi a fare un po' da arbitro nella contesa iridata. Lui però ci ha tenuto a precisare di non voler ostacolare nessuno e di avere in testa solamente la vittoria: "Io non voglio creare dei problemi a nessuno, ma sicuramente voglio provare a vincere e farò del mio meglio per provare a raggiungere questo obiettivo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie