Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
FP1 in
03 Ore
:
47 Minuti
:
10 Secondi

La FIA ha spiegato come saranno i test al CFD senza limiti per le regole 2021

condividi
commenti
La FIA ha spiegato come saranno i test al CFD senza limiti per le regole 2021
Di:
21 dic 2018, 15:18

Le squadre che lo vorranno potranno collaborare con la FIA alla definizione delle regole tecniche 2021: le ricerche e gli sviluppi saranno liberi, ma i team dovranno condividere con i tecnici della Federazione e tutte le squdre i risultati raggiunti per evitare favoritismi.

La FIA apre la ricerca al CFD senza limiti per lo studio di simulazioni finalizzate a definire le norne aerodinamiche per il regolamento 2021. Nell’ultimo Consiglio Mondiale la FIA ha ratificato che i vincoli sulla ricerca al CFD sono stati abrogati solo e soltanto per l’analisi di soluzioni che siano finalizzate alla definizione del nuovo regolamento tecnico che dovrà entrare in vigore nel 2021.

Il provvedimento è stato confermato anche nell’ultima stesura del regolamento sportivo pubblicato giovedì, nel quale sono spiegate le modalità con le quali i team saranno autorizzati a effettuare degli studi per la definizione di quelle che dovranno essere le future regole tecniche.

Alle squadre sarà concesso dalla FIA lo studio al CFD senza vincoli ma "su una base equa e trasparente": in sostanza i team non lavoreranno in piena autonomia, ma saranno liberi di accettare di collaborare con la loro ricerca, completamente opzionale, alla stesura delle regole 2021.

Prima di produrre qualsiasi lavoro, i team dovranno comunicare alla FIA quali saranno gli studi che saranno portati avanti e che saranno autorizzati dai tecnici della Federazione Internazionale: ogni squadra dichiarerà su quali parti della monoposto intenderà portare avanti le sue simulazioni, indicando anche i modelli matematici utilizzati per assicurare la massima trasparenza.

Non solo, ma i team saranno tenuti a fornire dei rapporti completi sulle simulazioni svolte tanto alla FIA che a tutte le squadre, in modo tale che lo stato dell’arte possa essere condiviso da tutte le figure interessate.

In definitiva, il lavoro di ricerca e sviluppo al CFD servirà al team tecnico della FIA per definire le norme 2021, che dovrebbero essere un’esasperazione delle regole che sono state introdotte per la prossima stagione.

Le monoposto 2019 avranno ali anteriori semplificate nei profili, ma saranno più larghe di 200 mm e con una corda maggiorata di 25 mm, mentre le ali posteriori che saranno più grandi saranno più alte di 70 mm per favorire una migliore visibilità posteriore dagli specchietti retrovisori.

Anche il DRS dovrebbe diventare più efficace visto che il flap mobile favorirà un’apertura di 20 mm in più quando sarà attivato. Oltre alle regole aerodinamiche che vincolano i bargeboard a nuove misure, ci sarà anche un aumento del limite della capacità del carburante utilizzabile in gara, passando da 105 kg a 110 kg.

F1 car CFD demonstration

F1 car CFD demonstration

Photo by: Sauber Petronas

Articolo successivo
F1 2018: ecco gli errori terribili e quello che si vorrebbe cancellare

Articolo precedente

F1 2018: ecco gli errori terribili e quello che si vorrebbe cancellare

Articolo successivo

Sulle tribune della F1 oltre 4 milioni di appassionati nei 21 GP della stagione 2018

Sulle tribune della F1 oltre 4 milioni di appassionati nei 21 GP della stagione 2018
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jake Boxall-Legge