Ferrari: Vettel investigato dalla FIA per non aver rallentato in bandiera rossa

condividi
commenti
Ferrari: Vettel investigato dalla FIA per non aver rallentato in bandiera rossa
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
19 ott 2018, 14:30

Sebastian Vettel e un rappresentante della Ferrari dovranno presentarsi dal collegio dei commissari sportivi per spiegare come mai il pilota tedesco con la SF71H non ha ridotto adeguatamente la velocità durante l'esposizione della bandiera rossa.

Ci risiamo! Sebastian Vettel è di nuovo sotto investigazione. Il pilota tedesco dovrà presentarsi fra qualche minuto davanti al collegio dei commissari sportivi del GP degli Stati Uniti insieme a un rappresentante della squadra del Cavallino perché dovrà giustificarsi del fatto che non ha rallentato abbastanza in occasione della bandiera rossa che è stata esposta dalla direzione gara nel corso della prima sessione di prove libere, per pulire la pista dallo sporco che era stato portato da Charles Leclerc a seguito di un innocuo testacoda. 

Leggi anche:

Vettel, quindi, rischia una sanzione se non riuscirà a dare una valida giustificazione all'ex pilota Derek Warwick del perché non ha ridotto la sua velocità nel momento in cui la sessione del mattino è stata bloccata. 

 
Articolo successivo
Ocon: "Leclerc con la Ferrari lotterà subito per il titolo mondiale"

Articolo precedente

Ocon: "Leclerc con la Ferrari lotterà subito per il titolo mondiale"

Articolo successivo

F1 Austin, Libere 1: Hamilton fa il vuoto sul bagnato. Ferrari molto staccate

F1 Austin, Libere 1: Hamilton fa il vuoto sul bagnato. Ferrari molto staccate
Carica i commenti