Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
107 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
121 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
149 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
156 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
170 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
206 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
213 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
227 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
240 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: modificato il doppio Monkey seat alla ricerca del carico

condividi
commenti
Ferrari: modificato il doppio Monkey seat alla ricerca del carico
Di:
26 mag 2017, 07:53

Sulla SF70-H la modifica più appariscente al GP di Monaco è il nuovo Monkey seat che la squadra di Maranello ha adeguato alle esigenze del tracciato monegasco. In coda gli sfoghi d'aria delle pance sono stati maggiorati per garantire il raffreddamento del motore.

La Ferrari continua ad adeguare i due Monkey seat che sono montati sulla struttura deformabile del cambio della SF70-H alle esigenze dei diversi tracciati. Per il GP di Monaco è stata approntata la versione ad alto carico aerodinamico per il secondo elemento, quello più grande, che si trova in coda: non ha più la forma a sella che avevamo osservato a Barcellona, per lasciare lo spazio ad una soluzione più grande che ai due supporti svergolati unisce un doppio profilo con un soffiaggio e nolder ad alta incidenza.

Il primo elemento, quello che incornicia lo scarico centrale e che lavora in sinergia con i due piloni che reggono l'ala posteriore, assolve, invece, la funzione del deviatore di flusso utile a orientare i filetti in modo da trarre la massima efficienza al Monkey seat più grande.

Nell'immagine, sotto, si può notare anche la carrozzeria della Rossa che in coda alle pance mostra delle vistose aperture utili a sfogare l'aria calda dei radiatori: considerata la bassa velocità media con cui si gira nel Principato è indispensabile aprire le feritoie per ottenere un buon raffreddamento e non mettere a repentaglio l'affidabilità della power unit.

Ferrari SF70-H, il retrotreno
Ferrari SF70-H: la carrozzeria ha degli sfoghi maggiorati in coda alle pance della SF70-H

Photo by: Giorgio Piola

Articolo successivo
Fotogallery: le prove libere del giovedì del GP di Monaco di F.1

Articolo precedente

Fotogallery: le prove libere del giovedì del GP di Monaco di F.1

Articolo successivo

F.1, orari e copertura TV in Svizzera per il GP di Monaco

F.1, orari e copertura TV in Svizzera per il GP di Monaco
Carica i commenti