F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: modificata anche l'ala anteriore di Vettel con un... ricciolo

Sulla SF70H del pilota tedesco non c'è solo un profilo a T in coda alla bandella laterale dell'ala anteriore, perché è stato modificato anche l'andamento del profilo principale che è cambiato nel marciapiede curvo esterno alla paratia.

Fra le modifiche che la Ferrari ha apportato sulla SF70H di Sebastian Vettel si segnala anche una novità sul profilo principale dell’ala anteriore: in Giappone il marciapiede esterno alla paratia laterale era un archetto tondeggiante che si raccordava in modo dolce al marciapiede interno che precede l’ormai classica arricciatura.

Sulla Rossa del tedesco, invece, è apparsa una soluzione diversa con un archetto esterno chiuso da una piccola deriva verticale, per cui il marciapiede all’interno è risultato leggermente più corto. Si tratta di un lavoro sui dettagli frutto di uno studio attento di micro-aerodinamica portato avanti al CFD.

 

Ferrari SF70H: l'ala anteriore vecchia
Ferrari SF70H: l'ala anteriore vecchia

Photo by: Giorgio Piola

 

Le due Rosse, inoltre, hanno iniziato la prima sessione con l’Halo montato sulla SF70H: dopo l’installation lap Vettel e Raikkonen sono tornati ai box per smontare la protezione della testa e l’ala posteriore che era montata appositamente tenuto conto che il diadema in carbonio ha un impatto negativo sull’efficienza del profilo posteriore.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP degli USA
Sub-evento Giorgio Piola, analisi tecnica
Circuito Circuito delle Americhe
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Analisi
Tag ferrari, piola
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola