Ferrari: lo sapevate che il terzo pilota della Scuderia è... Giovinazzi?

Il pugliese verrebbe chiamato a guidare la SF90 se malauguratamente ce ne fosse il bisogno: Antonio ha preso in tutto e per tutto il ruolo che l'anno scorso era di Leclerc. Sull'Alfa Romeo la riserva è Ericsson, ma ci sarebbero Hartley e Werhlein nel caso di concomitanze con l'Indycar.

Ferrari: lo sapevate che il terzo pilota della Scuderia è... Giovinazzi?

La Ferrari e tutti i suoi tifosi sperano che resti solo una precauzione. Una speranza di tutti i team, che però devono prevedere nel proprio organigramma la figura del pilota di riserva (o terzo pilota) pronto a sostituire uno dei titolari in caso di indisponibilità.

Una delle domande emerse nel paddock di Barcellona è quella relativa all’ipotesi che Charles Leclerc o Sebastian Vettel perdano un aereo o si becchino un’influenza: chi salirebbe sulla loro monoposto?

La Scuderia non ha un terzo pilota che staziona stabilmente nel box, come ad esempio Esteban Ocon in Mercedes, ma ovviamente a Maranello hanno previsto anche questa possibilità.

Il pilota designato a salire sulla Ferrari in caso di necessità è Antonio Giovinazzi, come lo scorso anno (in una analoga situazione) è stato per Charles Leclerc. Giovinazzi è un pilota Alfa Romeo, ma contrattualmente legato alla Ferrari, che ne detiene il ‘cartellino’.

Antonio, che conosce bene l’ambiente della Scuderia, avendo lavorato per anni al simulatore di Maranello, ed ha anche provato la Rossa in pista nel 2018, nei test post-gara disputati sul circuito Hungaroring. Una prova che fu completata in modo impeccabile dal pilota pugliese.

L’effetto domino arriverebbe ovviamente in casa Sauber, dove ufficialmente il ruolo di terzo pilota è affidato a Marcus Ericsson se non sarà impegnato nelle gare di Indycar e allora potrebbe scattare la chiamata di un pilota nell'orbita Ferrari (Brendon Hartley o Pascal Wehrlein).

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
1/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
2/13

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
3/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
4/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing parla con i media
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing parla con i media
5/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing, con una tifosa
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing, con una tifosa
6/13

Foto di: Carl Bingham / Motorsport Images

Il casco di Antonio Giovinazzi
Il casco di Antonio Giovinazzi
7/13

Foto di: Callo Albanese

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
8/13

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
9/13

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Ferrari
Antonio Giovinazzi, Ferrari
10/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
11/13

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
12/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C38
13/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condividi
commenti
Rivoluzione Mercedes: la W10 di Hamilton è tutta nuova a cominciare dal muso!

Articolo precedente

Rivoluzione Mercedes: la W10 di Hamilton è tutta nuova a cominciare dal muso!

Articolo successivo

La Xtrac pronta a partecipare al bando per il cambio unico di F1

La Xtrac pronta a partecipare al bando per il cambio unico di F1
Carica i commenti