Formula 1
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
15 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
29 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
50 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
71 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic
FP1 in
78 giorni

Ferrari: le modifiche funzionano e la velocità c'è, ma la Mercedes è temibile

condividi
commenti
Ferrari: le modifiche funzionano e la velocità c'è, ma la Mercedes è temibile
Di:

La giornata di prove libere del GP d'Azerbaijan indica che la Ferrari è in crescita, ma l'aver saltato il primo turno per l'apertura del tombino ha dato poche indicazioni per trarre dati sicuri e non si possono escludere delle sorprese domani.

Iniziare un weekend con un uno-due decisamente autoritario non è mai una cattiva notizia. La Ferrari, arrivata in Azerbaijan in debito d’ossigeno, ha messo la prima asticella nel fine settimana di Baku, tradizionalmente molto lungo e capace di capovolgere anche gerarchie che sembrano essere tassative.

Delle tre ore di prove in programma il venerdì, a Baku ne sono state disputate meno della metà, costringendo le squadre a compattare al massimo possibile i programmi di lavoro.

Ne è emersa una giornata che ha detto molto meno del previsto, posticipando a domani parecchie domande in cerca ancora di risposte. Qualcosa il venerdì di Baku ha comunque detto: la SF90 portata a Baku dopo il lifting tecnico ha fornito riscontri positivi, al di là del primo e secondo tempo di giornata di Leclerc e Vettel.

“Nel complesso ho avuto delle buone sensazioni - ha commentato Charles - nel complesso mi sono sentito a mio agio in macchina”, è stata la replica di Vettel.

Leggi anche:

La Ferrari ha confermato l’attesa ottima velocità in rettilineo, e a Baku è un vantaggio considerevole. Un beneficio che può valere un top-speed da primato, e che tanto ha impressionato (a sentire Hamilton) gli uomini della Mercedes. Ma sono parole già sentite due settimane fa in Cina, weekend nel quale sia la qualifica che la gara hanno poi detto altro, smentendo (o smascherato) le teorie probabilmente scaramantiche della Mercedes.

Insieme a molti dati di cui si nutrono gli ingegneri nel venerdì di Baku sono mancate anche le simulazioni di gara. Pochi i giri percorsi, e per di più frammentati dalla bandiera rossa esposta per l’incidente accaduto a Daniil Kvyat. 

Anche in questo caso i tempi sul giro (con Mercedes più veloce) vanno presi con le pinze, visto che la variabile pista ha avuto un’influenza notevole sui tempi sul giro. “Domani probabilmente avremo maggiori elementi per farci un’idea più chiara dei valori in campo”, ha commentato Vettel, e non solo lui.

I 6.003 metri del tracciato di Baku sono stati finora la vera variabile del weekend, ad iniziare dal tombino che ha fatto rischiare grosso George Russell nella sessione del mattino (incidente accaduto dopo 13 minuti dal via e che ha concluso la FP1), fino allo sporco che ha trasformato l’asfalto in un serpentone stile Dakar. Ogni volta che i piloti si sono spostati di traiettoria, anche di sola mezza ruota, si è subito puntualmente alzata una nuvola di terra e foglie. 

Leggi anche:

Team e piloti sperano di trovare condizioni migliori nella giornata di domani, ma se il vento non darà tregua sarà difficile garantire una pista pulita a prescindere dal lavoro che verrà fatto dagli addetti alla sicurezza del tracciato.

È molto probabile che nella sessione FP3 ci sarà chi proverà dei long-run, ultima chance per lavorare sui setup in vista della gara di domenica, e considerando che la qualifica a Baku è decisamente meno cruciale rispetto ad altre piste.

A meno che… chi domenica riuscirà a sfilare al comando alla prima curva non abbia la velocità per poter allungare nei primi giri portandosi fuori dalla zona DRS.

È ciò in cui spera la Ferrari, una fuga solitaria per i 51 giri in programma, ma Baku insegna che servono in ogni caso le dita incrociate, perché la safety car fa parte di questa corsa come il rettilineo di 2.200 metri.

Scorrimento
Lista

Charles Leclerc, Ferrari SF90, lascia il garage

Charles Leclerc, Ferrari SF90, lascia il garage
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, firma un autografo

Sebastian Vettel, Ferrari, firma un autografo
2/22

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Ferrari SF90, dettaglio del cestello del freno anteriore

Ferrari SF90, dettaglio del cestello del freno anteriore
3/22

Foto di: Giorgio Piola

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
4/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
5/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
6/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Vernice Flow viz sulla monoposto di Charles Leclerc, Ferrari SF90

Vernice Flow viz sulla monoposto di Charles Leclerc, Ferrari SF90
7/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
8/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
9/22

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
10/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
11/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
12/22

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Ferrari SF90, dettaglio dell'ala anteriore

Ferrari SF90, dettaglio dell'ala anteriore
13/22

Foto di: Giorgio Piola

Ferrari SF90, dettaglio dell'ala posteriore

Ferrari SF90, dettaglio dell'ala posteriore
14/22

Foto di: Giorgio Piola

Sebastian Vettel, Ferrari parla con i media

Sebastian Vettel, Ferrari parla con i media
15/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari nel paddock

Sebastian Vettel, Ferrari nel paddock
16/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
17/22

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
18/22

Foto di: Hasan Bratic / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
19/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
20/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
21/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
22/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Claire Williams nega la vendita del team, ma ci sarà una partnership con Mercedes?

Articolo precedente

Claire Williams nega la vendita del team, ma ci sarà una partnership con Mercedes?

Articolo successivo

Raikkonen: "L'incidente con il tombino? Roba da dilettanti, non da Formula 1!"

Raikkonen: "L'incidente con il tombino? Roba da dilettanti, non da Formula 1!"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Azerbaijan
Sotto-evento FP2
Location Baku City Circuit
Team Ferrari Races , Mercedes
Autore Roberto Chinchero