F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: la nuova ala anteriore della Rossa genera dei vortici più energizzati

condividi
commenti
Ferrari: la nuova ala anteriore della Rossa genera dei vortici più energizzati
Di: Giorgio Piola
27 set 2018, 15:03

Sulla SF71H è stata introdotta una nuova ala anteriore che era stata sperimentata nei test estivi all'Hungaroring e che adesso viene buona per la parte finale della stagione. I tecnici cercano più carico, ma anche una migliore efficienza aerodinamica.

La Ferrari non rinuncia all'idea di lottare per il mondiale e continua a introdurre delle novità sulla SF71H seguendo una pianificazione che era già stata decisa a inizio dell'estate, visto che il lavoro in galleria del vento è già stato dirottato sulla macchina del 2019.

A Sochi è stata vista l'ala anteriore che era stata provata nei test collettivi all'Hungaroring e che avevano fatto seguito al GP di Ungheria: questa soluzione era stata affidata anche ad Antonio Giovinazzi nei due giorni magiari. La si riconosce facilmente per la totale scomparsa del "ricciolo" sul profilo principale che si solleva gradualmente verso l'archetto che chiude sul marciapiede che lo divide dalla paratia laterale.

Ferrari SF71H, dettaglio della paratia laterale con il flap curvo che ha il bordo rialzato

Ferrari SF71H, dettaglio della paratia laterale con il flap curvo che ha il bordo rialzato

Photo by: Gorgio Piola

In questa evoluzione non passa inosservato nemmeno l'endplate che nella parte esterna mostra la bavetta ricurva che è stata sensibilmente sollevata con un bordo di attacco più indietro del solito. La Ferrari ha studiato una diversa generazione dei vortici, cercando di massimizzare quello esterno alla paratia laterale che ha il compito precipuo di pulire la scia della ruota anteriore dalle turbolenze che si generano fra l'asfalto e la spalla della gomma.

Ferrari SF71H, ala anteriore

Ferrari SF71H, ala anteriore

Photo by: Giorgio Piola

Si osserva anche la maggiore corda dell'ultimo flap aggiuntivo: sono stati ridisegnati i due elementi che lo compongono all'evidente ricerca di più carico aerodinamico per un tracciato che richiede un valore medio alto.

Prossimo articolo Formula 1
Haas, Grosjean a rischio: con un'altra penalità di 2 punti sarà costretto a saltare un GP!

Articolo precedente

Haas, Grosjean a rischio: con un'altra penalità di 2 punti sarà costretto a saltare un GP!

Articolo successivo

Vettel: "Non penso a impormi nei prossimi sei GP, ma voglio vincere a Sochi"

Vettel: "Non penso a impormi nei prossimi sei GP, ma voglio vincere a Sochi"
Carica i commenti