Fry alla Ferrari, Tombazis alla Mercedes?

Fry alla Ferrari, Tombazis alla Mercedes?

Si anima il mercato dei tecnici: a Maranello è atteso l'arrivo dell'ex progettista McLaren

Pat Fry arriva a Maranello, come OmniCorse.it aveva anticipato il 28 maggio. La decisione non è ancora ufficiale, ma sarebbe già stato raggiunto l'accordo con il tecnico ex-McLaren che ha lasciato Woking ormai da un paio di mesi. La Ferrari non ha alcuna intenzione di ufficializzare il nome nuovo per non destabilizzare il lavoro della squadra che sta esprimendo proprio ora il massimo sforzo: a Valencia, infatti, vedremo se la F10 B sarà in grado di rilanciare Fernando Alonso nella lotta per il mondiale. Aldo Costa e Nikolas Tombazis hanno ridisegnato il retrotreno per fare in modo da avere più carico aerodinamico grazie all'azione degli scarichi che soffiano in un doppio diffusore più grande. La squadra del Cavallino, insomma, cerca di reagire ad una prima parte di stagione piuttosto stentoreo. I tecnici sono stati accusati di aver un po' affievolito la vena creativa, tendendo più a copiare soluzioni di altri, piuttosto che mettere in atto concetti innovativi propri che sono sempre stati il vanto di Maranello. Si spiega così la chiamata di Pat Fry, un tecnico che è un nome di prima grandezza nel firmamento della F.1, anche se non ha mai avuto la ribalta della notorità. Pat deve portare una ventata di aria fresca alla Gestione Sportiva. Fino ad aprile è stato il capo progettista della McLaren ed era destinato al disegno della monoposto argento del prossimo anno.
L'inglese che ha 46 anni è stato una delle colonne portanti della squadra di Woking, visto che ne faceva parte da 17 anni: in precedenza era stato alla Benetton dal 1987 al 1993. Di formazione è un ingegnere elettronico che ha iniziato a lavorare ai sistemi elettroni della Thorn Emi (era stato destinato anche ad un programma missilistico!) e poi aveva sviluppato in Benetton le sospensioni attive. Fry potrebbe già essere coinvolto nel progetto della vettura del 2011 che è ancora in fase embrionale a Maranello perché non sono stati ancora diffusi i dati relativi alle gomme. Qualcuno sostiene che verranno costituiti due gruppi di progetto separati e in concorrenza che permetterebbe a Pat di coesistere con Tombazis: un'equipe (quella del greco) si dedicherebbe allo sviluppo della F10, mentre l'altra si concentrerebbe sul prossimo anno. Questa costruzione dell'ufficio tecnico avrebbe senso se non gravasse la mannaia del limite dei costi e del personale: i bene informati, infatti, sostengono che Tombazis avrebbe già in tasca un'offerta per andare alla Mercedes da Ross Brawn e Michael Schumacher, due personaggi che hanno grande stima delle capacità di Nikolas. Se il mercato dei piloti non offre quest'anno grandi colpi, quello dei tecnici si preannuncia molto più vario ed esplosivo. Aspettiamo le prossime mosse...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie