Ferrari F2012, Fry: "Abbiamo preso dei rischi!"

Il direttore tecnico è ottimista e non si aspetta sorprese a livello regolamentare

Ferrari F2012, Fry:
Per Pat Fry si tratta della prima Ferrari che nasce sotto la sua conduzione tecnica: le aspettative della squadra e dei tifosi sono molto alte, perché c'è la speranza di rivedere la Rossa in lizza per il titolo mondiale Piloti e Costruttori. Come si sente in questo inizio di stagione? “Questo è sempre un momento entusiasmante. È sempre bello vedere che un progetto prende forma. Negli ultimi sette-otto mesi abbiamo lavorato duramente in galleria del vento. E nell'ultimo mese, quando cominciavano ad arrivare i primi pezzi, l'umore in fabbrica è cambiato”. Come è cambiata l'organizzazione del team quest'anno? “È arrivato Steve Clark che sarà il responsabile degli ingegneri in pista. Sarà un grosso aiuto per me perché potrò concentrarmi sullo sviluppo della monoposto. E poi è giunto Hirode Hamashima. Steve e Hirode hanno una vasta esperienza per comprendere meglio come massimizzare le prestazioni degli pneumatici. Poi ci sono stati altri piccoli cambiamenti che riguardano il nostro dipartimento di simulazione e abbiamo rafforzato l'area che si occupa delle strategie di gara”. In merito ai cambiamenti delle regole ci sono delle ombre grigie sull'interpretazione delle norme? “Ci sono stati un paio di chiarimenti la scorsa settimana. Per quanto riguarda le mappature del motore è tutto chiaro. Credo che quest'anno gli scarichi avranno poca influenza in termini di carico aerodinamico, e si cercherà di massimizzarlo. Penso che il regolamento sia realmente stabile”. Si aspetta delle soluzioni soprendenti dagli avversari? “Ovviamente anche noi abbiamo pensato a quali potrebbero essere tutte le soluzioni possibili, ma cose tipo l'F-Duct o gli scarichi soffianti nel diffusore sono accorgimenti che sono stati messi al bando. La scorsa settimana c'è stato un chiarimento sull'uso dell'impianto frenante per intervenire sull'altezza da terra della monoposto. Non lo so, ci sono molto persone con molta fantasia nel Circus, il tempo di dirà cosa sapranno inventare. Quali saranno gli sviluppi in arrivo della monoposto? “La monoposto base è in via di lavorazione e stiamo definendo alcuni particolari a livello aerodinamico. Ci sarà un pacchetto di novità in occasione della terza sessione di test invernali, ma in realtà contiamo di sviluppare la F2012 nel corso di tutto l'anno”. Come si può descrivere la vettura in poche parole? “E' stato detto e scritto molto in queste settimane, spesso allontanandosi dalla realtà dei fatti. Abbiamo sicuramemte preso qualche rischio in più sul lay-out della monoposto e credo che in squadra abbiano fatto un buon lavoro. Adesso dobbiamo darci da fare a spingere per avere tutti gli aggiornamenti in tempo per la prima gara”. Ora che ha visto la vettura completa per la prima volta, è soddisfatto? “Non credo che si sia mai completamente soddisfatti. Lo si è quando si vince la prima corsa e si conquista il titolo mondiale. Sono stati fatti molti sforzi ed è sempre bello vedere il frutto del duro lavoro di tutti negli ultimi sei mesi. Ma non si è mai appagati finché non si ha una macchina vincente e un margine di vantaggio per rendere tutto più facile”. Quale sarà la principale area di sviluppo nella stagione 2012? “La più importante area di sviluppo è ancora l'aerodinamica...”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie