F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: bargeboard e fondo modificati per creare vortici anche a bassa velocità

condividi
commenti
Ferrari: bargeboard e fondo modificati per creare vortici anche a bassa velocità
Di: Giorgi Piola
15 set 2018, 08:49

La squadra del Cavallino ha portato molte novità tecniche a Singapore, pista dalla bassa velocità media che richiede un elevato carico aerodinamico: oltre all'ala posteriore con il soffiaggio nella paratia laterale ci sono stati interventi importanti nei bargeboard e nel fondo.

La Ferrari ha portato un corposo sviluppo a Singapore che non si è limitato solo all’ala posteriore, ai dischi freno con più raffreddamento e allo sfogo maggiorato dell’aria calda dei radiatori.

I tecnici della squadra del Cavallino diretti da Mattia Binotto, infatti, hanno fatto sfoggio a Marina Bay di nuove bargeboard e di un fondo modificato che dapprima era stato utilizzato solo da Sebastian Vettel e poi è stato montato anche sulla SF71H di Kimi Raikkonen che nel turno delle libere del pomeriggio ha ottenuto il miglior tempo della giornata.

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, con la vernice flo viz

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, con la vernice flo viz

Photo by: Lionel Ng / Sutton Images

Il bargeboard ha un elemento verticale in più nella zona dove si attacca al telaio e gli elementi decrescenti nella curvatura che porta al deviatore di flusso sono ora sensibilmente più alti, segno che la bassa velocità media del circuito di Singapore ha imposto agli aerodinamici Sanchez e Cardile di rivedere completamente il passaggio dei flussi rispetto a quanto si era notato a Monza e Spa.

Ferrari SF71H: ecco il bargeboard con la vernice flo viz

Ferrari SF71H: ecco il bargeboard con la vernice flo viz

Photo by: Giorgio Piola

Durante le prove libere la Ferrari ha svolto delle prove aerodinamiche comparative con due fondi diversi utilizzando la vernice flo viz, sopra, che ha permesso di visualizzare l’andamento dei flussi (o meglio dire dei vortici) fino al retrotreno come si può osservare, sotto. Il diffusore posteriore usato è quello nella versione del massimo carico.

Ferrari SF71H: ecco la paratia dell'ala posteriore con il soffiaggio in stile McLaren

Ferrari SF71H: ecco la paratia dell'ala posteriore con il soffiaggio in stile McLaren

Photo by: Giorgio Piola

Anche per assicurare un efficace raffreddamento alla power unit con la necessaria estrazione di aria calda dai radiatori sono state aperte al massimo le feritoie (molto scavate) ai lati dell’abitacolo della Rossa.

Ferrari SF71H, dettaglio degli sfoghi di aria calda ai lati dell'abitacolo

Ferrari SF71H, dettaglio degli sfoghi di aria calda ai lati dell'abitacolo

Photo by: Giorgio Piola

Prossimo articolo Formula 1
Horner replica alle frecciate di Wolff: "Si compri uno junior team per Ocon e Russell"

Articolo precedente

Horner replica alle frecciate di Wolff: "Si compri uno junior team per Ocon e Russell"

Articolo successivo

La FIA modifica l'uscita di curva 7 per prevenire l'abuso dei track limits

La FIA modifica l'uscita di curva 7 per prevenire l'abuso dei track limits
Carica i commenti