Verstappen: "Red Bull improvvisamente senza bilanciamento"

L'olandese era il favorito per la conquista della pole, ma l'aumento delle temperature dell'asfalto ed un problema all'ala posteriore ha costretto Verstappen al terzo tempo in qualifica.

Verstappen: "Red Bull improvvisamente senza bilanciamento"

Doveva essere una prima fila monopolizzata dalle Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez, ed invece a scattare dalle prime due posizioni in griglia saranno le Mercedes W12 di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton.

Nelle qualifiche del GP del Messico è successo l’inimmaginabile. Le Frecce Nere, apparse in grande difficoltà sino alla terza sessione di libere, sono riuscite a ribaltare i pronostici, mentre le Red Bull hanno sofferto più del previsto.

Senza dubbio l’aumento della temperatura dell’asfalto rispetto al mattino ha messo in crisi il bilanciamento delle RB16B ed a darne conferma è stato proprio Max Verstappen a fine sessione.

L’olandese è apparso deluso dal risultato finale. Il terzo tempo non era certamente quello che si aspettava alla vigilia del turno ed il caos creato da Perez e Tsunoda davanti a lui nell’ultimo tentativo non ha agevolato il suo compito.

“Nel corso delle qualifiche abbiamo perso un po' il bilanciamento. Durante l’ultimo tentativo ero certo che stessi realizzando un bel giro, poi non so cosa sia successo davanti a me. Ho visto due piloti che sono andati fuori pista ed ho alzato il piede per la bandiera gialla compromettendo così il giro”.

Nel team radio mandato in onda impietosamente dalla regia internazionale si è sentito Verstappen dare dell’idiota al pilota finito fuori pista che ha provocato le bandiere gialle costringendolo ad abortire il tentativo.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Con ogni probabilità Max non sapeva che era proprio il suo scudiero ad averlo penalizzato involontariamente, ma nonostante l’amarezza per una pole sfumata Verstappen ha cercato di guardare il bicchiere mezzo pieno.

“Anche senza un bilanciamento ottimale la pole era alla nostra portata. Il terzo posto non è fantastico, ma su questo tracciato è sempre meglio partire dalla terza casella che dalla seconda”.

Per la Red Bull ci sono stati due elementi che hanno giocato a sfavore. Oltre all’aumento delle temperature dell’asfalto si è aggiunto anche un problema all’ala posteriore emerso poco prima dell’inizio della sessione che ha costretto i meccanici ad una corsa contro il tempo.

“Abbiamo dovuto lavorare un po' sull’ala posteriore. Prima delle qualifiche tutto era normale, ma non credo che abbiamo faticato per quel problema”.

Nonostante l’amarezza per il terzo riferimento di giornata, Verstappen non demorde e punta con decisione al successo in gara.

“Domani lotteremo certamente contro le Mercedes. Le qualifiche non sono andate come previsto, ma non utilizzeremo questo gomme in gara e c’è ancora tutto in gioco”.  

condividi
commenti
F1: clamorosa pole di Bottas in Messico, doppietta Mercedes
Articolo precedente

F1: clamorosa pole di Bottas in Messico, doppietta Mercedes

Articolo successivo

Hamilton: "Prima fila tutta Mercedes? Sono scioccato!"

Hamilton: "Prima fila tutta Mercedes? Sono scioccato!"
Carica i commenti