F1, Zandvoort, Libere 2: le Ferrari esaltano davanti a tutti

Leclerc e Sainz hanno entusiasmato i tifosi del Cavallino nella seconda sessione di prove libere del GP d'Olanda, mentre Hamilton dopo appena tre giri è stato costretto a parcheggiare la Mercedes per un problema di motore. E allora Bottas è solo quarto dietro anche all'Alpine di Ocon terzo. Verstappen è quinto nella simulazione di long run, ma la Red Bull impressiona per un passo gara insostenibile per tutti.

F1, Zandvoort, Libere 2: le Ferrari esaltano davanti a tutti

Due Ferrari davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere del GP d'Olanda sulla splendida pista di Zandvoort rivista con i numerosi banking. Charles Leclerc è stato il più veloce con il tempo di 1'10"902 ottenuto con le gomme soft, seguito ad appena 154 millesimi dal compagno di squadra Carlos Sainz.

Dopo la doccia fredda di Spa-Francorchamps, la Scuderia innesca il tifo dei fan del Cavallino con una prestazione imprevista e imprevedibile, per quanto il tracciato olandese da alto carico si addica alle caratteristiche di trazione della SF21 e la potenza del motore non conta come in Belgio.

Per onestà va detto che Lewis Hamilton, più veloce in mattinata, ha coperto solo tre giri con la Mercedes, finendo 11esimo: il campione del mondo ha accostato la W12 per un problema alla power unit dopo che i tecnici gli hanno detto via radio di spegnere immediatamente il motore.

L'inglese ha eseguito gli ordini prima di uscire dalla freccia nera collaborando con i commissari per metterla in sicurezza: la bandiera rossa è stata solo di una decina di minuti. Si è trattato del secondo problema a una power unit della Stella, dopo il guaio all'ibrido che in mattinata aveva fermato Sebastian Vettel con l'Aston Marin. Che i propulsori risentano dei banking che si è inventato Jarno Zaffelli con picchi di accelerazioni laterali di 5G?

Sta di fatto che l'epta campione ha perso tutta la sessione e i dati del long run sono stati raccolti solo da Valtteri Bottas che non è stato particolarmente brillante nel giro secco, ma è parso l'unico in grado di reggere il passo gara che Max Verstappen ha mostrato con le gomme medie.

L'idolo di casa non ha trovato un giro pulito con le gomme rosse (ha dovuto abortire il secondo tentativo a causa di Nikita Mazepin che ha provocato la seconda rossa della sessione alla mezz'ora: il pilota russo ha perso la Haas alla curva 11 ed è finito nella via di fuga con la ghiaia dove si è inevitabilmente insabbiato). Nel primo tentativo, invece, ha usato un treno di soft usate e non poteva ambire alla vetta.

Poco male perché Max è consapevole del potenziale che ha nelle mani e non deve sorprendere affatto che abbia chiuso quinto dietro alle Rosse e alla sorprendente Alpine di Esteban Ocon e alla Mercedes del finlandese.

Il francese sta vivendo un momento molto positivo: la squadra di Enstone gli ha messa a disposizione una A521 molto bilanciata già dai primi giri: Esteban è stato il primo a cogliere il tempo risultando terzo a 18 millesimi dalla Ferrari di Sainz che ha potuto contare su una pista leggermente con più grip.

Ocon ha fatto la differenza su Fernando Alonso: lo spagnolo si è difeso con gli artigli sistemandosi a un buon sesto posto davanti all'AlphaTauri di Pierre Gasly e alla McLaren di Lando Norris.

Nel pomeriggio si è confermato nella top 10 Antonio Giovinazzi con l'Alfa Romeo. L'italiano sta interpretando Zandvoort in modo perfetto, mentre Kimi Raikkonen è relegato solo al 16esimo posto: l'annuncio del ritiro sembra aver scaricato Iceman...

Sebastian Vettel è decimo con l'Aston Martin: il tedesco ha praticamente perso la prima sessione per un problema all'ibrido Mercedes e, dopo aver rimontato il motore 2 per proseguire il weekend, si è arrampicato in quinta fila, mostrando un ottimo adattamento alla pista, mentre il marchio inglese sta trattando il suo rinnovo contrattuale.

Continua a deludere Sergio Perez che il lay out di Zandvoort non l'ha affatto digerito: il messicano è incalzato da vicino dal rookie dell'AlphaTauri. Il giapponese è a poco più di un decimo dal vincitore di Baku. Lance Stroll è 12esimo davanti all'inconcludente Daniel Ricciardo con la McLaren.

Di Raikkonen incalzato da Mick Schumacher con la Haas, abbiamo già detto: il tedesco è soddisfatto per essersi messo alle spalle le due Williams e il compagno di squadra Nikita Mazepin. Nicholas Latifi è 18esimo con la FW43B facendo meglio di George Russell, ultimo ma con problemi da risolvere.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 29 1'10.902 216.247
2 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 28 1'11.056 0.154 0.154 215.779
3 France Esteban Ocon
Alpine 33 1'11.074 0.172 0.018 215.724
4 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 33 1'11.132 0.230 0.058 215.548
5 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 28 1'11.264 0.362 0.132 215.149
6 Spain Fernando Alonso
Alpine 30 1'11.280 0.378 0.016 215.101
7 France Pierre Gasly
AlphaTauri 29 1'11.462 0.560 0.182 214.553
8 United Kingdom Lando Norris
McLaren 27 1'11.488 0.586 0.026 214.475
9 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 30 1'11.678 0.776 0.190 213.906
10 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 24 1'11.713 0.811 0.035 213.802
11 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 3 1'11.911 1.009 0.198 213.213
12 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 27 1'11.946 1.044 0.035 213.109
13 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 31 1'12.096 1.194 0.150 212.666
14 Canada Lance Stroll
Aston Martin 29 1'12.136 1.234 0.040 212.548
15 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 25 1'12.157 1.255 0.021 212.486
16 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 31 1'12.206 1.304 0.049 212.342
17 Germany Mick Schumacher
Haas 31 1'12.607 1.705 0.401 211.169
18 Canada Nicholas Latifi
Williams 27 1'12.610 1.708 0.003 211.160
19 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 12 1'12.835 1.933 0.225 210.508
20 United Kingdom George Russell
Williams 30 1'12.855 1.953 0.020 210.450
condividi
commenti
Horner: "Williams e Alfa pensano ad Albon. Si può chiudere presto"
Articolo precedente

Horner: "Williams e Alfa pensano ad Albon. Si può chiudere presto"

Articolo successivo

Verstappen: "Dobbiamo migliorare sul giro secco"

Verstappen: "Dobbiamo migliorare sul giro secco"
Carica i commenti