Wolff: "A Baku ci aspettiamo un altro Gran Premio difficile"

Il team principal Mercedes ha fatto un'approfondita analisi sul deludente weekend di Monaco da parte della Stella: i tecnici di Brackley avrebbero capito le cause che hanno portato a un GP non in linea con le aspettative, ma Toto teme che anche la pista azera possa essere più favorevole alle Red Bull.

Wolff: "A Baku ci aspettiamo un altro Gran Premio difficile"

La mazzata di Monaco è stata assorbita? Lewis Hamilton solo settimo, dopo una gara molto opaca, e Valtteri Bottas ritirato dopo un pit stop drammatico nel quale si è spanato il dado dell’anteriore destra che è stata “svitata” solo in sede. Questo è il riassunto di un appuntamento da dimenticare nel quale la Mercedes ha perso la testa delle due classifiche mondiali a vantaggio di Max Verstappen e della Red Bull.

Toto Wolff, team principal Mercedes, è convinto che la squadra debba voltare pagina, tenendo ben presente quanto è accaduto nel Principato…
“I weekend come quello di Monaco sono quelli che ti spingono a voler tornare in pista al più presto per dimostrare che si poteva fare meglio. Non c’è niente di facile in questo sport, ed è per questo che lo amiamo. Sappiamo che se non sei al 100%, o se non ti ci avvicini, sarai punito e non otterrai risultati”. 

A Brackley sapevano che la trasferta a Monte Carlo sarebbe stata difficile, ma non così ostica. Un’organizzazione abituata a vincere ha mostrato delle crepe nel sistema e non è mancata qualche polemica di troppo che non è piaciuta a Stoccarda.

Toto, invece, da buon capitano, cerca di rimettere tutto nei soliti binari…
“Lunedì mattina in factory ho visto la stessa energia di quando siamo tornati dai test in Bahrain e questo mi ha fatto un gran piacere. Abbiamo analizzato il weekend, ci siamo posti quesiti importanti e abbiamo imparato alcune lezioni cruciali”.

“Avrei voluto tornare in pista già domenica scorsa, ma il calendario prevedeva una settimana di pausa. E allora andiamo a Baku, un circuito stradale che è molto diverso da Monaco”.

Wolff, però, non vuole fare proclami, consapevole che anche quella dell’Azerbaijan non sarà una trasferta favorevole alle Mercedes, per cui mette le mani avanti…
“Ci aspettiamo un altro Gran Premio difficile, la pista non è particolarmente adatta alle caratteristiche della W12. La Red Bull sarà di nuovo forte e sia la Ferrari, sia la McLaren hanno fatto grandi progressi di recente”.

“Un obiettivo chiave per noi dovrà essere quello di sfruttare le opportunità che si presenteranno sulle piste poco adatte alla nostra monoposto: quando un risultato è alla nostra portata, dobbiamo raggiungerlo. Ci saranno cambiamenti al vertice durante questa stagione entusiasmante per lo sport e per noi. Ma dopo i risultati dell’ultima gara, siamo più determinati e carichi che mai per riprenderci a Baku”.

La Mercedes può sfoggiare due vittorie in quattro edizioni del GP a Baku (una con Rosberg e una con Hamilton), ma non ha mai trovato una Red Bull così competitiva. Un eventuale secondo passo falso permetterebbe a Verstappen di allungare nel mondiale. A Brackley, invece, vogliono cancellare il ricordo cocente di Monaco. Ci riusciranno?

condividi
commenti
Podcast: Il Gran Premio della Repubblica Italiana
Articolo precedente

Podcast: Il Gran Premio della Repubblica Italiana

Articolo successivo

Carlos Reutemann ricoverato di nuovo in terapia intensiva

Carlos Reutemann ricoverato di nuovo in terapia intensiva
Carica i commenti