Formula 1
30 apr
-
03 mag
Canceled
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
11 giu
-
14 giu
Postponed
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
104 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
146 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
160 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
174 giorni

F1, Williams: "Non mando il team in pista prima che sia sicuro"

condividi
commenti
F1, Williams: "Non mando il team in pista prima che sia sicuro"
Di:
, Grand prix editor
8 mag 2020, 10:30

Claire Williams teme che la Formula 1 possa perdere "diverse squadre" se non sarà in grado di correre quest'anno per le difficoltà create dal Coronavirus.

La pandemia del COVID-19 ha causato la cancellazione o il rinvio delle prime dieci gare della stagione 2020, che è destinata a colpire duramente le squadre per quanto riguarda il calo delle entrate economiche.

La F1 rimane fiduciosa di riuscire a completare un calendario di 15-18 gare, che inizierà in Austria all'inizio di luglio.

La Liberty Media ha già iniziato ad anticipare i pagamenti ai team per aiutarli dal punto di vista finanziario, visto che sono previste perdite anche legate agli introiti delle sponsorizzazioni.

Il mese scorso, Claire Williams aveva già spiegato che per la squadra di Grove è assolutamente fondamentale correre in questa stagione, perché il premio relativo alla posizione nel Mondiale Costruttori è fondamentale per garantire un futuro al team.

Il vice-team principal ha anche aggiunto che teme che la griglia di partenza possa perdere più di una squadra se non sarà possibile correre nel 2020.

Leggi anche:

"Ho paura che potremmo perdere non solo una o due squadre, ma diverse squadre se non torniamo a correre" ha detto Claire Williams in un'intervista a Sky Sports F1.

"Il modello finanziario del nostro sport prevede che tutti noi dipendiamo tanto dal budget che otteniamo in base ai risultati del Campionato Costruttori".

"Se lo perdiamo, insieme al fatto che le sponsorizzazioni al momento non garantiscono gli introiti tipici della Formula 1 , questo rendere incredibilmente difficile trovere i fondi per andare a correre".

La F1 sta lavorando ad un piano che ha chiamato "biosfera" per cercare di organizzare gare a porte chiuse in Europa durante l'estate, per garantire che non si diffonda il COVID-19 e mantenere tutti i partecipanti in sicurezza.

Claire Williams comunque ha sottolineanto di non essere disposta a mettere a rischio nessuno dei suoi dipendenti tornando a correre troppo presto.

"Bisogna soppesare la necessità di tornare a correre per garantire un futuro alla squadra con la necessità molto importante di garantire la sicurezza dei nostri collaboratori" ha detto. "Per me, alla fine, vincerà sempre la sicurezza dei miei ragazzi".

"Spero certamente che il nostro team non ne debba pagare il prezzo, ma la sicurezza del nostro personale, sia che si tratti di farlo tornare al lavoro a Grove o in pista, sarà assolutamente fondamentale".

"Di certo, non manderemo i nostri ragazzi in pista fino a quando non sarà opportuno farlo".

"So che il lavoro che la F1 sta facendo un grande lavoro. Ci stanno spendendo tempo ed energie per provare a riportarci a correre in sicurezza".

"Si assicureranno di mettere in atto tutte le norme di salute di cui abbiamo bisogno e si assicureranno che tutti noi faremo le cose nel modo giusto prima di farci tornare in pista".

Articolo successivo
Formula 1 2020: il calendario potrebbe avere nuovi circuiti

Articolo precedente

Formula 1 2020: il calendario potrebbe avere nuovi circuiti

Articolo successivo

Gilles Villeneuve: le sue auto di Formula 1

Gilles Villeneuve: le sue auto di Formula 1
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Williams
Autore Luke Smith