F1 | Williams: Button spera di poter essere più coinvolto nel 2022

Jenson Button spera di poter trascorrere più tempo all'interno della Williams quest'anno dopo che le restrizioni COVID hanno limitato il suo coinvolgimento nel 2021.

F1 | Williams: Button spera di poter essere più coinvolto nel 2022

L'ex campione del mondo ha assunto il ruolo di consulente all'interno della squadra di Grove nella passata stagione, nella speranza di aiutarla ad avvicinarsi alla prima parte dello schieramento sotto la guida dei nuovi proprietari della Dorilton Capital.

Tuttavia, con il personale delle squadre costretto a lavorare in bolle a causa dei protocolli COVID, Jenson Button ha visto ridurre sensibilmente le sue possibilità di lavorare a contatto con la squadra.

Per lui poi la situazione è stata resa leggermente più complicata, perché è anche un membro del team di Sky F1, che opera sotto alla propria bolla separata.

Con la speranza che però le restrizioni COVID possano alleggerirsi nel 2022, Button sta tenendo le dita incrociate per intensificare il suo ruolo in Williams.

"Ho trascorso un po' di tempo in fabbrica e ovviamente alle gare in cui sono stato presente", ha spiegato Button sulla sua situazione legata alla Williams.

"Ho trascorso molto tempo con Dave Robson, il responsabile degli ingegneri, e con Jost Capito ed il team di marketing. Ma non ho passato molto tempo con i piloti nel 2021, fondamentalmente perché non sono stato in grado di andare nella stanza degli ingegneri o nel box a causa delle bolle".

"Non è stato l'anno più semplice. Ho avuto il permesso per entrare solo in una sorta di area catering all'interno dell'hospitality. E' solo lì che posso trascorrere un po' di tempo con gli ingegneri e con Jost".

"Penso che sia stato bello, anche se è stata una cosa molto limitata. E' un peccato per entrambe le parti. Ma farò molto di più con loro nell'anno nuovo".

Button crede che la Williams stia realizzando il giusto tipo di infrastruttura affidandola al personale di cui ha bisogno per avere successo.

"E' una grande squadra", ha aggiunto. "Hanno messo insieme delle buone persone. E passerò molto più tempo con loro, con i piloti e con i ragazzi dello Young Driver Program. Ora hanno anche dei giovani interessanti".

"Passerò anche un po' di tempo al simulatore con i ragazzi. Non per guidare, anche se vorrei farlo, ma per vedere come si comportano e come lavorano con la squadra".

"Questi sono gli aspetti che erano i miei punti di forza, il lavoro di squadra. E sicuramente posso portare tanta esperienza in quell'area".

George Russell, Williams

George Russell, Williams

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

George Russell, che nel 2021 ha completato la sua terza stagione con la Williams e quest'anno approderà alla Mercedes, ha sottolineato come l'esperienza di Button sia già stata una risorsa per la squadra.

"Sono stato abbastanza fortunato perché, anche prima che Jenson si unisse di nuovo alla Williams, avevo già un buon rapporto con lui ed è stato sempre molto aperto e presente quando avevo bisogno di lui", ha detto Russell.

Leggi anche:

"Da quando c'è stata un'apertura con le regole COVID è stato molto più presente nell'hospitality, a parlare con gli ingegneri, con me, con Jost, e penso che sia davvero fantastico avere i suoi feedback in base alla sua esperienza. E' sempre unico avere qualcuno come lui all'interno della tua squadra".

condividi
commenti
Calisto Tanzi: dal "latte dei campioni" in F1 al crac
Articolo precedente

Calisto Tanzi: dal "latte dei campioni" in F1 al crac

Articolo successivo

Ben Sulayem: "Le regole F1 non sono nel libro scritto da Dio"

Ben Sulayem: "Le regole F1 non sono nel libro scritto da Dio"
Carica i commenti