Whitmarsh: "Crisi? Non dipende dall'addio di Lewis"

Il team principal della McLaren non vede questo come fattore decisivo per le difficoltà del 2013

Whitmarsh:
La McLaren sembra davvero destinata ad andare incontro ad una delle stagioni peggiori di questi ultimi anni. In Canada entrambe le MP4-28 hanno mancato la zona punti e al momento la squadra di Woking si trova solamente al sesto posto nel costruttori, con 14 punti da recuperare sulla Force India: davvero un disastro per chi era partito con l'ambizione di lottare per il Mondiale. Rispetto ad un anno fa, dunque, sembrano essersi scambiati decisamente i ruoli con la Mercedes, che nel 2012 faticava parecchio ed ora invece è costantemente nelle prime posizioni. Nel paddock, dunque, c'è anche chi comincia a pensare che questa inversione di tendenza possa essere dovuta al passaggio di Lewis Hamilton nella squadra ufficiale della Casa tedesca. Il team principal della McLaren Martin Whitmarsh però non sembra essere d'accordo con questa visione: "Non penso che sia così. Lewis è sicuramente un grande pilota e un bravo ragazzo, quindi ci spiace che non sia più con noi. Ma entrambi i nostri piloti stanno facendo un buon lavoro, anche se in Canada purtroppo non si è visto nei risultati. Dobbiamo fare autocritica per il nostro rendimento" ha detto al The Mirror. Anzi, Whitmarsh cova ancora la speranza di riuscire a trovare una svolta anche per questa stagione, senza dover già iniziare a volgere lo sguardo al 2014: "Ho già vissuto dei momenti come questi anche in passato e l'unica cosa che si può fare è cercare di tenere alte le motivazioni di tutti, con la convinzione di poter riuscire almeno a vincere una corsa. La speranza ora è di fare un risultato migliore a Silverstone, perchè sappiamo che i nostri tifosi ci tengono".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie