F1: Vettel squalificato. Sainz sale sul podio in Ungheria

Vettel è stato squalificato dal GP d'Ungheria per aver avuto meno di 1 litro di benzina nel serbatoio a fine gara, minimo consentito dal regolamento. Hamilton sale secondo e Sainz entra a podio. A punti anche Raikkonen con l'Alfa Romeo.

F1: Vettel squalificato. Sainz sale sul podio in Ungheria

La gioia di Sebastian Vettel per aver colto un meritato podio al Gran Premio di Ungheria è durata poco: appena una manciata di ore prima di apprendere della penalità inflitta ai suoi danni dai commissari di gara dell'Hungaroring che, di fatto, lo hanno squalificato dall'11esimo appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1.

Pochi minuti dopo le 22 di domenica, i commissari di gara del GP d'Ungheria hanno emesso un comunicato con cui hanno ufficializzato la squalifica di Sebastian Vettel dalla gara di Budapest.

Le motivazioni sono legate alla quantità di benzina presente nel serbatoio della AMR21 numero 5, la monoposto di Sebastian, una volta terminato il gran premio. All'interno del serbatoio, durante le verifiche, non è stato trovato il litro di benzina necessario per evitare di incorrere in sanzioni, bensì appena 0,3 litri. Questo significa 0,7 litri in meno rispetto al limite consentito.

Il regolamento infatti prevede che ogni monoposto, al termine della gara, abbia almeno un litro di benzina nel serbatoio ed è anche per questo motivo che, per esempio, Carlos Sainz Jr. è stato costretto a fare fuel saving nella seconda parte della gara odierna, proprio per evitare di incorrere in una penalità del genere.

Vettel ha dunque contravvenuto all'articolo 6.6.2 del regolamento tecnico FIA Formula 1 ed è per questo che, così come previsto dall'articolo 12.4.1 del codice sportivo internazionale della FIA, è stato squalificato.

La squalifica di Vettel, oltre a far perdere ad Aston Martin un risultato di assoluto rilievo, consente a Lewis Hamilton di guadagnare una posizione e chiudere la gara al secondo posto. Punti importanti per ciò che riguarda la lotta per i titoli iridati Piloti e Costruttori 2021. Ora Hamilton ha un vantaggio di 8 punti nei confronti di Max Verstappen, 195 a 187. Anche l'olandese della Red Bull guadagna una posizione, passando dalla decima alla nona.

Importante passo avanti anche per Carlos Sainz Jr. Il pilota della Ferrari sale in terza posizione e guadagna un podio insperato, considerando la posizione di partenza inziale in griglia di partenza - la 15esima - dopo l'incidente che lo ha costretto all'eliminazione in Q2. Questo podio aiuta la Ferrari a recuperare ulteriori punti nel Mondiale Costruttori sulla McLaren e ora le due storiche rivali sono appaiate a quota 163 punti.

Fernando Alonso, autore di una difesa stoica nei confronti di Hamilton che ha così consentito a Ocon di portare a casa la sua prima vittoria in Formula 1 sale al quarto posto, con Pierre Gasly che completa la Top 5 al volante della prima AlphaTauri. Sesto diventa Yuki Tsunoda, con il giapponese che coglie il miglior risultato della carriera in F1 davanti alle due Williams.

Nicholas Latifi e George Russell hanno terminato la gara al settimo e ottavo posto, portando a casa ulteriori punti che permettono alla Williams di staccare in maniera ancora più netta Alfa Romeo e Haas, assicurandosi l'ottava piazza nel Costruttori. Detto del nono posto di Verstappen, entra in zona punti l'Alfa Romeo grazie al punto colto da Kimi Raikkonen.

condividi
commenti
Red Bull, serve serenità: Mercedes al top nella lotta di nervi

Articolo precedente

Red Bull, serve serenità: Mercedes al top nella lotta di nervi

Articolo successivo

F1, squalifica Vettel: Aston Martin si prepara a fare appello

F1, squalifica Vettel: Aston Martin si prepara a fare appello
Carica i commenti