Vettel: dormirà in camper al Red Bull Ring

Il quattro volte campione tedesco ha deciso di rinunciare all'hotel a Spielberg, preferendo noleggiare un motorhome come hanno fatto anche altri piloti. Il paddock senza hospitality ha cambiato faccia grazie agli uffici nei container.

Vettel: dormirà in camper al Red Bull Ring

La Formula 1 ha ripreso le valigie, tornando alla sua attività ordinaria. Il paddock del Red Bull Ring si sta popolando sempre più, con l’arrivo alla spicciolata degli addetti ai lavori attesi per lo più nel pomeriggio odierno.

La maggior parte del personale è in arrivo via-aerea con destinazione l’aeroporto di Graz, ma c’è anche chi ha raggiunto Spielberg in auto e qualche sporadico viaggio in treno.

Sono in fase di completamento i lavori di montaggio delle strutture che accolgono gli staff tecnici, veri e propri uffici viaggianti che in questa occasione non saranno affiancati dalle hospitality. Quella che era l’area del ‘palazzi’, vede ora la presenza di un gruppo di cabine (che assomigliano molto a dei container) predisposte dagli organizzatori per ogni squadra, in linea con questo normalmente avviene in alcune delle tappe extra-europee.

Ogni team ha a disposizione tre di queste cabine, che formano una struttura ad ‘U’ dove è stato allestito anche un piccolo spazio esterno con dei tavolini.

Diversi piloti hanno scelto di dormire nell’area dell’autodromo, in camper personali che possono essere parcheggiati in spazi solitamente dedicate al pubblico o ad attività promozionali, e tra loro c’è Sebastian Vettel.

Una scelta che in passato è stata preferita per evitare i problemi di traffico, un handicap non previsto in questo weekend essendo l’evento a porte chiuse, ma resta comunque il vantaggio di evitare i contatti in Hotel e garantisce una maggiore privacy.

Il personale della Ferrari, come quello di altre squadre, ha realizzato delle mascherine personalizzate, che sono già diventate oggetto di attenzione da parte dei collezionisti a cui non sfugge mai alcuna novità.

La buona notizia, per chi dovrà lavorare nei box del Red Bull Ring indossando la mascherina, arriva dalle previsioni meteorologiche. Domani è prevista la giornata più calda (26 gradi la massima), seguita da un venerdì in cui si prevede pioggia e temperature sotto i venti gradi. Sabato e domenica la situazione migliorerà, ma senza picchi di caldo che diventerebbero un vero problema per chi lavorerà nei box.

L'hospitality della McLaren
L'hospitality della McLaren
1/4

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

L' Hospitality Alfa Romeo Racing
L' Hospitality Alfa Romeo Racing
2/4

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Uno striscione posto nelle tribune con scritto:"We race as one"
Uno striscione posto nelle tribune con scritto:"We race as one"
3/4

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Un membro del Team Ferrari nel paddock
Un membro del Team Ferrari nel paddock
4/4

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condividi
commenti
Simulazione GP d'Austria: i segreti del giro molto corto

Articolo precedente

Simulazione GP d'Austria: i segreti del giro molto corto

Articolo successivo

Tecnica F1: ecco chi favorirà il taglio del fondo nel 2021

Tecnica F1: ecco chi favorirà il taglio del fondo nel 2021
Carica i commenti