Wolff disposto a valutare modifiche al suono dei turbo

Wolff disposto a valutare modifiche al suono dei turbo

Il team principal della Mercedes però è convinto che la F.1 stia andando nella direzione giusta

Uno degli aspetti più criticati della nuova Formula 1 è senza dubbio il suono dei V6 turbo. Gli organizzatori del Gp d'Australia sono arrivati addirittura a parlare di violazione del contratto firmato con la F.1, ma anche Bernie Ecclestone ha sottolineato che secondo lui bisogna trovare rapidamente una soluzione per renderli più rumorosi ed evitare che il Circus possa perdere parte del suo appeal. Oggi il team principal della Mercedes, Toto Wolff, si è detto disposto a parlarne se si deciderà di intervenire sul suono delle nuove power unit: "Io non sono esattamente un tecnico, ma bisogna esaminare la cosa. Se siamo tutti d'accordo che bisogna muoversi per migliorare il suono, allora dovremo cercare una soluzione. Sempre che questo sia possibile o che sia il passo giusto da fare, non ne sono sicuro" ha detto in una breve intervista concessa ad Autosport. Il grande capo della squadra di Brackley però prende le distanze da chi, come ad esempio Flavio Briatore, ha parlato in un certo senso di "Formula noia". Secondo lui, infatti, il regolamento si è mosso nella direzione giusta. "Io personalmente la reputo un grande successo. Le vetture presentano una tecnologia strabiliante. Si sono sentite molte critiche riguardo ai motori ed al loro rumore. A Melbourne ho presenziato ad un evento in cui David Coulthard ha guidato una monoposto di vecchia generazione e devo ammettere che il suond del vecchio V8 era splendido, non si può dire il contrario. Ma credo comunque che abbiamo fatto un passo nella direzione giusta" ha aggiunto Wolff. Sulla stessa linea di Wolff sembra esserci anche Eric Boullier. Il nuovo Racing Director della McLaren però ha aggiunto anche che secondo lui è ancora troppo presto per iniziare ad esprimere giudizi: "Come ogni grande cambiamento ci sono sempre dei pro e dei contro. E' vero che i tifosi si sono lamentati di alcuni aspetti, ma credo che ce ne siano anche di positivi. Abbiamo bisogno di non concentrarci solo sul suono, perchè questi motori potranno avere risvolti rilevanti anche a livello industriale ed è per questo che credo che nei prossimi anni potremo vedere anche dei nuovi motoristi in Formula 1. E' vero, il suono dei motori è diverso, ma non tanto rispetto ai turbo che venivano usati negli anni '80. Serve ancora un po' di tempo prima di dare un giudizio definitivo".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie