Tost: "Il motore Honda ora è molto vicino al Mercedes"

Franz Tost, team principal AlphaTauri, elogia il lavoro svolto dai tecnici Honda: "“Hanno svolto un lavoro fantastico nella sede di Sakura questo motore è molto più potente di quello che abbiamo avuto a disposizione nel 2020, e anche la sua guidabilità ha confermato grandi passi avanti". L'austriaco si aspetta risultati importanti da entrambi i piloti perché Tsunoda sta confermando le belle cose fatte vedere nei test.

Tost: "Il motore Honda ora è molto vicino al Mercedes"

In Red Bull le bocche sono cucite, ma in AlphaTauri, contesto estraneo alle dinamiche di chi punta al Mondiale, il protocollo è meno rigido. Dopo l’ottima giornata di ieri il team principal Franz Tost non ha nascosto la soddisfazione per il lavoro svolto dalla Honda, collocando la power unit giapponese ormai a livello di quella Mercedes.

“Hanno svolto un lavoro fantastico nella sede di Sakura – ha commentato Tost - questo nuovo motore è molto più potente di quello che abbiamo avuto a disposizione nel 2020, e anche la sua guidabilità ha confermato grandi passi avanti".

"Credo che ne avremo la conferma in qualifica e in gara, ma sono convinto che ormai il livello della Honda sia molto, molto vicino alla Mercedes. Dobbiamo ringraziare gli ingegneri giapponesi, perché hanno fatto un lavoro fantastico”.

Tost non usa mezze parole, e in effetti nella giornata di ieri le due AlphaTauri si sono confermate al vertice nella classifica delle velocità massime, confermando l’iniezione di cavalli garantita dalla power unit Honda.

È probabile che in casa Red Bull si sia deciso di utilizzare solo mappe ‘tranquille’, impressione confermata anche in casa Mercedes, dove la McLaren è sembrata più aggressiva di motore rispetto alla squadra ufficiale.

Tutto fa pensare che i team clienti (nel caso Mercedes) o ‘B’, nel caso Honda, abbiano avuto l’okay a sondare il terreno con mappature meno conservative in attesa delle qualifiche di oggi, quando anche le squadre in lotta per la pole position sveleranno le carte.

In casa AlphaTauri (indubbiamente tra le sorprese di questa primissima fase di stagione) l’ottimismo è confermato anche da un equilibrio generale della monoposto.
“Abbiamo un pacchetto con un buon potenziale – ha confermato Tost – la vettura finora si è confermata affidabile e credo che anche la squadra in sé sia arrivata ad un livello operativo molto alto. E poi abbiamo due piloti veloci, come Pierre e la sorpresa Tsunoda”.

Il giapponese nella giornata di ieri ha confermato come i test pre-campionato non siano stati un exploit casuale, e giro dopo giro sta conquistando sempre più la squadra.
“Vediamo che migliora le sue prestazioni dopo ogni ‘run’ in pista – ha confermato Tost – ha una curva di apprendimento molto ripida e si vede che il feeling cresce in modo progressivo. Il suo istinto naturale di guida e le sue capacità sono di altissimo livello, e se continuerà su questo passo credo che sarà destinato a diventare un pilota di successo anche in Formula 1, ha tutto per riuscirci”.

condividi
commenti
Podcast, Bobbi: "Il metodo di lavoro di Sainz è lo stesso di Seb"

Articolo precedente

Podcast, Bobbi: "Il metodo di lavoro di Sainz è lo stesso di Seb"

Articolo successivo

F1 livellata: tornano più variabili nelle qualifiche

F1 livellata: tornano più variabili nelle qualifiche
Carica i commenti