Torna Whitmarsh in Aston Martin Performance Technologies

Dal 1 ottobre l'ex responsabile di McLaren assumerà il ruolo di amministratore delegato del gruppo Aston Martin Performance Technologies. Martin sarà a capo del progetto di F1 e delle altre attività racing per creare un filo diretto che permetta il traasferimento tecnologico verso il prodotto di serie.

Torna Whitmarsh in Aston Martin Performance Technologies

A partire dal prossimo 1 ottobre Martin Whitmarsh sarà operativo nel ruolo di amministratore delegato del gruppo Aston Martin Performance Technologies.

Il nuovo assetto societario voluto da Lawrence Stroll vedrà Whitmarsh al timone sia delle attività della squadra di Formula 1 che di altri progetti ‘racing’ che prenderanno forma nel tempo, il tutto creando un filo diretto per il trasferimento della tecnologia sviluppata in pista al settore industriale.

Whitmarsh ha lasciato la Formula 1 a tempo pieno nel 2014, anno ha interrotto la sua storica collaborazione con la McLaren (iniziata nel 1989), un percorso che attraverso vari ruoli lo aveva portato alla direzione della squadra di Formula 1.

Sotto la sua guida la McLaren ha diversificato le attività commerciali al di fuori della Formula 1, dando vita ai programmi McLaren Automotive e McLaren Applied Technologies. Il sessantatreenne ingegnere britannico durante la sua permanenza in McLaren ha raccolto più di cento vittorie, e dal 2000 in poi ha avuto un ruolo attivo anche nel programma junior che ha portato all’approdo nel team di Lewis Hamilton.

“Sono molto lieto di annunciare che Martin si unirà a noi come Group Chief Executive Officer della nuova Aston Martin Performance Technologies a partire dal 1 ottobre 2021 – ha commentato Lawrence Stroll – avrà un’importante responsabilità, mi assisterà e mi supporterà nella definizione della nuova direzione strategica per Aston Martin Performance, compreso l'obiettivo cruciale di guidare la trasformazione del team Aston Martin di Formula 1 in un'organizzazione vincente entro i prossimi quattro o cinque anni”.

“Martin ha una lunga carriera di alto profilo, ricca di successi – ha concluso Stroll - che abbraccia i settori degli sport motoristici, aerospaziale, marino e delle energie rinnovabili. Inoltre, è una delle poche persone ad avere un curriculum da vincente in Formula 1, quindi è la persona ideale per collaborare con me e con tutto il nostro staff dirigenziale per guidare la squadra al successo sia in pista che fuori”.

“Sono molto contento di questa opportunità che mi ha offerto Lawrence – ha commentato Whitmarsh – lo conosco e apprezzo come opera da molti anni, e sono sempre stato estremamente colpito dal suo formidabile senso degli affari e dalla sua ambizione apparentemente inesauribile".

"Allo stesso modo, ho sempre rispettato il ‘Team di Silverstone’, se così posso chiamarlo, che ha avuto qualcosa di speciale anche nelle sue denominazioni precedenti, e ora ha l’opportunità di fare un salto in avanti molto importante. L’obiettivo di Lawrence è chiaro, vuole che questa squadra possa crescere fino ad arrivare ad aggiudicarsi il massimo traguardo possibile, ovvero vincere campionati Mondiali, e non avrei sposato questo progetto se non fossi stato convinto che si tratta di un obiettivo del tutto realizzabile. So cosa serve per vincere in Formula 1 e intendo fare tutto il possibile per assicurarmi che la nostra squadra diventi l'operazione vincente che Lawrence”.

condividi
commenti
Albon: ecco perché ha scelto la Williams e non l'Alfa Romeo

Articolo precedente

Albon: ecco perché ha scelto la Williams e non l'Alfa Romeo

Articolo successivo

Mercedes: il roll bar di Lewis ha retto perfettamente

Mercedes: il roll bar di Lewis ha retto perfettamente
Carica i commenti