Todt vuole cavalcare di nuovo l'onda del budget cap

Todt vuole cavalcare di nuovo l'onda del budget cap

Il presidente della FIA ha rivelato che lo proporrà nuovamente in Formula 1 Commission

Oggi a Ginevra ci sarà un incontro molto importante della Formula 1 Commission, nel corso del quale saranno trattati molti temi importanti per il futuro del Circus. Ovviamente sarà presente anche il presidente della FIA Jean Todt, che ha lasciato intendere la sua intenzione di provare a proporre nuovamente l'introduzione di un budget cap per aiutare le squadre più in difficoltà ed evitare uno sperpero eccessivo di risorse.

"Sicuramente all'ordine del giorno metterò nuovamente la riduzione dei costi. Ho incontrato alcune persone delle squadre più in difficoltà ed abbiamo già parlato di alcuni possibili modi per ridurre i costi. Il problema è che in passato nello Stategy Group ero l'unico ad incoraggiare il controllo dei costi. Tutti gli altri erano contrari" ha spiegato Todt.

"Abbiamo parlato anche di un cost cap e la FIA ha speso dei soldi per cercare una soluzione di facile attuazione, ma anche la Lotus, che oggi si lamenta dei costi eccessivi, votò contro. Cosa possiamo fare quindi adesso? Nella vita bisogna accettare di non essere troppo rigidi, quindi siamo pronti a ripresentare le proposte che sono state bocciate in passato: vorranno in budget cap? vorranno seguire le proposte pensate per ridurre i costi?" ha aggiunto.

Secondo il presidente della FIA urge soprattutto una riduzione per quanto riguarda il prezzo delle power unit: "Il prezzo medio dei motori è di 30 milioni di dollari, quindi è troppo alto. Siamo passati da circa 18 a circa 30, un aumento del 70%. Uno dei temi da trattare è la riduzione del prezzo dei motori per le piccole squadre, che deve essere più abbordabile. Non posso garantire dei risultati, ma cercherò di ottenere il massimo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie