Red Bull Ring, Day 2: Rosberg davanti a Gutierrez

Red Bull Ring, Day 2: Rosberg davanti a Gutierrez

La Mercedes precede la Ferrari di 9 decimi. Terzo Bottas. Bene Wittmann con la Toro Rosso

Nico Rosberg chiude la due giornate di test al Red Bull Ring con il sorriso: il tedesco è stato il più veloce con la Mercedes grazie al tempo di 1'09"113 ottenuto con gomme Super soft. Il vincitore del Gp d'Austria è parso partcolarmente contento del lavoro svolto, nonostante prima dell'ora di pranzo abbia dovuto fermarsi in anticipo per il cedimento del cambio che ha provocato un principio di incendio nel retrotreno della W06 Hybrid. La squadra di Brackley ha fatto prove di aerodinamica  specie sul muso e ha contribuito allo sviluppo delle nuove gomme Pirelli per il 2016 con Ferrari e Toro Rosso, completando 117 giri..

Dietro alla freccia d'argento si è portato Esteban Gutierrez con la Ferrari SF15-T. Oltre a svolgere dei test aerodinamici, il messicano ha dedicato grande attenzione allo sfruttamento delle gomme. La squadra del Cavallino ha lavorato molto in collaborazione con la Pirelli per lo sviluppo delle costruzioni 2016, facendo ripetuti run con le diverse configurazioni portate dalla Casa milanese. In mattinata Gutierrez ha perso circa un'ora di lavoro perché i meccanici hanno dovuto ultimare la ricostruzione della macchina, visto che si era resa necessaria la sostituzione del telaio dopo il botto di Fuoco di ieri. Il sudamericano è stato anche l'autore di una innocua uscita di pista alla curva 3: è finito lungo nella via di fuga senza riportare danni sulla macchina. Dopo aver svolto tutto il programma prefissato Esteban ha avuto l'opportunità di sparare un tempo, anche se non si a con quanta benzina a bordo.

In terza piazza torna la Williams con Valtteri Bottas: il finlandese, che non si vuole fare condizionare dalle voci di mercato, ha svolto test aerodinamici in mattinata e si è dedicato alla meccanica nel promeriggio. Nel team di Grove temono la trasferta di Silverstone dove serve il carico aerodinamico: Bottas ha effettuato solo 79 giri, risultando quello che ha girato di meno nella giornata.

Piacevole la rivelazione di Marco Wittmann, sorprendente quarto con la Toro Rosso: il campione del DTM 2014 che si è meritato un giro di giostra pagato dalla BMW. Sebbene non guidasse una monoposto da più di tre anni Marco si è subito adattato a meraviglia alle monoposto di Faenza cogliendo il tempo di 1'10"103, vale a dire ad un secondo dalla vetta! L'aspetto positivo della vicenda è che Wittmann ha percorso una distanza superiore ai due Gran Premi senza grossi problemi, ma ha rivelato anche che, procedure a parte, questa Formula 1 ha un approccio davvero troppo facile.

Pascal Wehrlein oggi è tornato sulla Force India dopo essere stato ieri sulla Mercedes: il tedesco ha portato avanti lo sviluppo della VJM08 nella specifica B, che forse farà il suo debutto a Silverstone, a diretto confronto con la versione standard. La monoposto ha incuriosito il paddock per l'inedita soluzione del muso con le due narici che ha dato un tocco di originalità creativa in un ambiente troppo stereotipato. Pascal ha fatto 132 tornare con la migliore in 1'10"253.

Proprio alla fine Jolyon Palmer ha schiodato la Lotus dall'ultima posizione: il tester inglese, campione in carica della GP2, ha portato la E23 Hybrid al sesto posto, prima di provocare l'ultima bandiera rossa della giornata un paio di minuti prima della bandiera a scacchi per una prova di pescaggio di benzina.

Fernando Alonso non ha voluto parlare a fine giornata, ma lo spagnolo ha potuto lavorare sulla McLaren rivista e corretta nell'aerodinamica (naso, ala, deviatore di flusso) e nel motore Honda: il propulsore giapponese non si è rotto e l'iberico ha messo insieme 104 giri e un sacco di informazioni preziose per lo sviluppo. La consolazione, se così si può dire, è che oggi Alonso ha fatto meglio che in qualifica nel Gp d'Austria.

Poca soddisfazione per Daniel Ricciardo: gli uomini della Renault hanno deciso di depotenziare il 6 cilindri turbo francese per permettere alla squadra di Milton Keynes di sviluppare la RB11. L'australiano sembra più fiducioso per Silverstone specie dopo aver collezionato 116 giri. Daniel è stato costretto a fermarsi all'ingresso della corsia dei box con il freno anteriore destro che si è inchiodato provocando un principio di incendio che è stato subito controllato.

La Sauber non ha cercato tempi ma si è dedicata con Felipe Nasr a sviluppare le nuove parti aerodinamiche fra le quali ci sono delle nuove ali e ha cercato di mettere a punto i freni, oltre che lavorare sulle pressioni delle gomme. E la Formula 1 chiude la stagione dei test quando il mondiale non è ancora arrivato a metà strada...

FORMULA 1, RED BULL RING, 24/06/2015
I tempi della seconda giornata di test collettivi
1. Nico Rosberg - Mercedes W06 Hybrid - 1'09"113 - 117
2. Esteban Gutierrez - Ferrari SF15-T - 1'09"931 - 110
3. Valtteri Bottas - Williams FW37-Mercedes - 1'10"029 - 79
4. Marco Wittmann - Toro Rosso STR10-Renault - 1'10"103 - 158
5. Pascal Wehrlein - Force India VJ08-Mercedes - 1'10"253 - 132
6. Jolyon Palmer - Lotus E23 Hybrid-Mercedes - 1'10"373 - 110
7. Fernando Alonso - McLaren MP4-30-Honda - 1'10"718 - 104
8. Daniel Ricciardo - Red Bull Racing RB11-Renault - 1'10"757 - 116
9. Felipe Nasr - Sauber C34-Ferrari - 1'10"922 - 138

Foto Alex Galli

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Test di giugno al Red Bull Ring
Circuito Red Bull Ring
Piloti Nico Rosberg , Esteban Gutiérrez , Valtteri Bottas
Articolo di tipo Ultime notizie