Red Bull Ring: Rosberg fa il vuoto, Wittmann stupisce

Red Bull Ring: Rosberg fa il vuoto, Wittmann stupisce

Dietro alla Mercedes ci sono Bottas e il tedesco della Toro Rosso. La Ferrari si nasconde con Gutierrez

Nico Rosberg, risolto il problema alla trasmissioen che lo ha condizionato questa mattina, ha rimesso ogni cosa al suo posto: il tedesco ha riportato la Mercedes al vertice della seconda giornata di test collettivi al Red Bull Ring con il tempo di 1'09"11 ottenuto con la W06 Hybrid dopo 76 giri. La freccia d'argento ha mostrato ancora una volta il suo lato debole che è la trasmissione, mentre per tutto il resto marcia come un orologio svizzero, visto che è arrivata a otto decimi dalla pole che Nico ha conquistato sabato pur girando sempre con abbastanza benzina nel serbatoio.

Valtteri Bottas, che aveva tenuto la testa con la Williams in mattinata, è stato distanziato di quasi un secondo, essendo il primo a 1'10"029 con 916 millesimi dalla Mercedes. Il finlandese che ha dedicato la prima parte della giornata alla prove aerodinamiche, nel pomeriggio sta lavorando sulla meccanica della FW37.

La sorpresa della giornata è sicuramente Marco Wittmann: il tedesco è salito sulla Toro Rosso STR10 come premio che la BMW gli ha riservato per aver vinto il titolo 2014 nel DTM. Siccome era da oltre tre anni che non guidava una monoposto, deve stupire che sia arrivato a soli 74 millesimi dalla prestazione di Valtteri Bottas.

E' possibile che un debuttante in viaggio premio possa inserirsi subito fra i migliori della giornata? Allora hanno ragione quelli che ritengono queste monoposto troppo facili da guidare e senza la minima soglia di rischio. Questo senza nulla voler togliere a Marco Wittmann che si ricorderà questa giornata per tutta la vita, visto che ha coperto senza un problema 112 giri. Saranno contenti i tecnici della Renault che volevano dei riscontri sull'affidabilità che evidentememte sarebbero satti trovati.

In quarta posizione c'è Pascal Wehrlein con la Force India nella versione aggiornata: il tedesco prestato dalla Mercedes ha alternato una configurazione tradizionale a quella con il muso con le narici. Fernando Alonso con 1'10"718 prende mezzo secondo dalla Force India, ma riesce a stare davanti alla Sauber C34 che sembra aver perso lo smalto di inizio stagione. Lo spagnolo riesce a girare con una certa regolarità (e già questo è tutto dire) con la McLaren MP4-30 rivista nell'aerodinamica e dotata di un motore Honda con diverse novità non solo finalizzate alla durata.

La Ferrari resta nascosta: con Esteban Gutierrez si è dedicata anche allo sviluppo delle gomme Pirelli per il 2016 (con Mercedes e Toro Rosso). Si tratta di coperture con costruzioni diverse (riconoscibili perché non hanno la banda colorata). Il messicano ha totalizzato solo 48 giri che sono francamente pochi per una squadra che vuole andare all'attacco della Mercedes anche se i due secondi presi dalla freccia d'argento non hanno alcun valore di paragone, visto che sulla Rossa non si sono mai cercati i tempi. E' un vero peccato perché sarebbe giusto misuarare quele potrebbe essere il potenziale di Esteban, del quale a Maranello dicono un gran bene...

FORMULA 1, RED BULL RING, 24/06/2015
I tempi della seconda giornata di test collettivi (Ore 15)
1. Nico Rosberg – Mercedes W06 Hybrid – 1’09”113 – 76
2. Valtteri Bottas – Williams FW37-Mercedes – 1’10”029 – 49
3. Marco Wittmann – Toro Rosso STR10-Renault – 1’10”103 – 112
4. Pascal Wehrlein - Force India VJ08-Mercedes – 1’10”253 – 67
5. Fernando Alonso – McLaren MP4-30-Honda – 1’10”218 – 59
6. Felipe Nasr – Sauber C34-Ferrari – 1’11”182 – 87
7. Jolyon Palmer – Lotus E23 Hybrid-Mercedes – 1’11”288 – 53
8. Esteban Gutierrez – Ferrari SF15-T – 1’11”315 – 48
9. Daniel Ricciardo – Red Bull Racing RB11-Renault – 1’11”468 – 75

Foto Alex Galli

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Test di giugno al Red Bull Ring
Circuito Red Bull Ring
Piloti Nico Rosberg , Marco Wittmann , Valtteri Bottas
Articolo di tipo Ultime notizie