Red Bull RB11: ecco dove sfoga l'S-duct

Red Bull RB11: ecco dove sfoga l'S-duct

Il camuffamento della monoposto guidata da Ricciardo non impedisce che si trovino le curiosità

Il camuffamento della Red Bull Racing ha reso più difficile (ma non impossibile) scoprire le particolarità della RB11 nella prima giornata di test di Formula 1 a Jerez: Daniel Ricciardo ha avuto un avvio di giornata un po' tribolato quando una vistosa fumata nel retrotreno lo ha costretto ad un repentino ritorno ai box e alla lunga sosta per riparare i danni che non dovrebbero aver riguardato la power unit Renault.

Nell'immagine di Alex Galli si può notare in maniera chiara lo sfogo d'aria dell'S-duct: Adrian Newey ha deciso di mantenere sulla RB11 una soluzione che si era già vista l'anno scorso sulla RB10. Un condotto pesca l'aria sotto al muso e trasferisce il flusso sulla parte superiore della scocca. In questo modo è possibile accrscere la portata d'aria, stabilizzare il flusso e aumentare il carico senza rovinare l'efficienza della monoposto.

La fotografia ci mostra anche le alette che sono state montate in sequenza ai lati dell'abitacolo: a una pinnetta sagomata fa seguito un piccolo flap orizzontale che si ancora sotto la scritta exness. Copre uno sfogo di aria calda dei radiatori ed è più grande di quello che già c'era nel 2014 con una forma piuttosto diversa...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Ultime notizie