Fry: "Tanto da fare, ma buona base di partenza"

In Ferrari per ora non guardano al cronometro, ma a conoscere la a fondo la F2012

Fry:
Il terzo giorno di test della Scuderia Ferrari, il primo con Fernando Alonso alla guida della F2012, è stato molto simile ai due che l’hanno preceduto: tanto lavoro sulla raccolta di dati sul comportamento della vettura e poca attenzione al cronometro. E’ un approccio obbligato per la squadra, che deve sgrezzare il più velocemente possibile una monoposto radicalmente diversa da quella dello scorso anno, sia come filosofia complessiva che in alcune soluzioni specifiche. Non c’è quindi motivo per drammatizzare una classifica che vede i piloti del Cavallino Rampante sempre molto distanti – oggi il ritardo sfiora i 3” – dalla prima riga della classifica: il più veloce oggi è stato Rosberg (1'17"613 con la Mercedes 2011) mentre Fernando si è piazzato al settimo posto con il tempo di 1'20"413. Lo ha ribadito in maniera molto netta il Direttore Tecnico Pat Fry nell’incontro con i giornalisti svoltosi immediatamente dopo la fine della sessione. “Non abbiamo nessun bisogno di togliere benzina e cercare il tempo per avere dei titoli sui giornali” – ha detto il tecnico inglese – “Dobbiamo invece cercare di massimizzare i soli dodici giorni di test disponibili. Già abbiamo perso del tempo prezioso per la neve caduta su Fiorano: Felipe il primo girono ha dovuto fare tutto il lavoro che poteva essere fatto la scorsa settimana sfruttando l’opportunità dei filmati promozionali. Con sole tre sessioni a disposizione il lavoro è più compresso rispetto all’anno scorso e c’è molto lavoro da fare. La base è buona e stiamo guardando a tutti gli aspetti che devono essere provati per trovare il miglior bilanciamento della vettura, in particolare nelle varie fasi dei vari tipi di curve. La matrice di soluzioni su cui stiamo lavorando è piuttosto ampia e si può dire che praticamente in ogni run proviamo delle configurazioni diverse. Qui e a Maranello stiamo lavorando tantissimo sull’analisi dei dati, sulla simulazione utilizzando anche il simulatore in modo da essere sicuri che possiamo mettere insieme il pacchetto migliore”. Fino a ieri non c’erano stati problemi di affidabilità mentre oggi un guasto di natura idraulica ha costretto Fernando ad una sosta prevista durata circa novanta minuti. “Da casa stanno arrivando dei pezzi che dovrebbero consentirci di impedire il ripetersi di questo problema. Dal punto di vista dell'affidabilità la vettura sembra essere buona, come nel passato. Da quello della prestazione, posso solo dire che ci vuole tanta analisi per mettere a punto tutte le parti del mosaico”. Richiesto di dare un messaggio a tutti i tifosi della Ferrari, Fry ha risposto – e non poteva essere altrimenti per chi lo conosce un po’ – in maniera molto pragmatica: “Stiamo lavorando tutti tantissimo…”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie