F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

McLaren: la presa freni usa la gomma come "parete"

Sulla MP4-30 si risparmia peso e si pensa di sfruttare anche la rotazione della ruota per migliorare il raffreddamento

McLaren: la presa freni usa la gomma come

La McLaren - Honda finora è rimasta abbastanza nascosta: la MP4-30 riesce a fare solo pochi giri con una power unit RA615H che gli stessi uomini Honda hanno definito ancora acerba, eppure Giorgio Piola, il nostro esperto di tecnica, è riuscito a cogliere un aspetto interessante che associa la ricerca aerodinamica con l'esigenza di raffreddare l'impianto frenante.

Nell'immagine Effe 1 Tech, infatti, si può osservare la presa d'aria anteriore dei freni: il suo disegno è molto particolare perché, rispetto alle tradizionali esecuzioni, mostra che è proprio la gomma a fare da parete, non essendoci una pelle di carbonio che "chiude" il passaggio di aria.

Oltre al risparmio di peso, si può pensare che la rotazione della ruota (solitamente causa di problemi perché genera delle nocive turbolenze) possa servire, invece, a migliorare la portata d'aria verso la pinza e il disco Akebono.

Il fornitore esclusivo giapponese, alla McLaren ha fornito delle pinze a quattro pompanti nel posteriore, mentre ha mantenuto caliper a sei pompanti nell'anteriore: la pinza più piccola è stata introdotta perché una parte della frenata nel retrotreno viene assicurata dal sistema di recupero di energia cinetica (MGU-K) ed è possibile trovare il giusto bilanciamento grazie al controllo elettronico esercitato dal brake-by-wire.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jenson Button , Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola