McLaren: "L'incidente di Alonso causato dal vento"

Il team di Woking esclude qualunque cedimento meccanico o problema elettrico sulla Mp4-30. Fernando sta bene

McLaren:

Dopo il silenzio nelle ore successive al misterioso incidente occorso a Fernando Alonso alla Curva 3 dell'autodromo del Montmelò, McLaren ha da poco rilasciato un comunicato stampa che spiega le ragioni dell'uscita di pista dello spagnolo nel corso dell'ultimo giorno di prove della prima sessione di Barcellona.

Le prime righe del comunicato rassicurano sulle condizioni fisiche dello spagnolo, dopo voci e indiscrezioni che avrebbero voluto l'asturiano in preda a un malore proprio poco prima dell'impatto con il muro. "Siamo lieti di confermare che il recupero fisico di Fernando Alonso procede nel migliore dei modi. Chiacchiera con amici, famigliari e personale ospedaliero. Fernando è rimasto in ospedale per effettuare qualche esame - cha hanno dato esiti negativi - e per smaltire l'effetto dei farmaci somministrati dopo l'impatto. Vogliamo dare a fernando tutto il tempo possibile per riprendersi in fretta e al meglio. Valuteremo a tempo debito se parteciperà all'ultima sessione di test a Barcellona".

Nelle ultime ore il team ha svolto test approfonditi sulla Mp4-30 incidentata e i tecnici di Woking sono giunti al seguente riscontro: "Dopo le approfondite analisi fatte sulla monoposto di Fernando e aver controllato i dati della telemetria siamo stati in grado di trarre una conclusione riguardo il suo incidente. I nostri risultati indicano che l'incidente è stato causato da una forte e improvvisa raffica di vento, che poi hanno colpito anche altri piloti (Carlos Sainz jr, per esempio)".

Secondo la ricostruzione dei tecnici McLaren, Fernando sarebbe uscito largo dalla curva 3 del circuito catalano, sfiorando poi l'erba sintetica con conseguente perdita di aderenza della vettura e rendendo la vettura instabile e mandandola verso la parte interna del tracciato, dove ha poi ritrovato aderenza ma ha impattato contro il muretto.

McLaren esclude poi qualsiasi rottura meccanica alla base dell'incidente: "Possiamo affermare categoricamente che non vi è alcuna prova che indica che la causa dell'incidente di Fernando possa essere stata una rottura meccanica di qualsiasi tipo, così come possiamo assicurare che non è stata una perdita di pressione aerodinamica a far perdere il controllo della vettura a Fernando. Infine, assicuriamo che nessuna scarica elettrica o irregolarità di qualsiasi tipo si è verificata nel sistema ERS della vettura sia prima, durante, che dopo l'incidente".

"Possiamo confermare che la Mp4-30 di Alonso ha colpito il muretto interno del circuito prima con la ruota anteriore destra, poi con quella posteriore destra. E' stato un urto laterale significativo, con conseguenti danni al montante anteriore. Dopo l'impatto iniziale, Fernando ha proseguito la sua corsa per altri quindici secondi prima di arrestare la vettura. tutte e quattro le ruote sono rimaste agganciate ai mozzi e la carrozzeria e il telaio non hanno subito alcun danno", ha concluso il comunicato, con tutta la McLaren-Honda a fare gli auguri allo sfortunato pilota di Oviedo.  

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie