Red Bull RB10: c'è anche un micro Monkey seat

Red Bull RB10: c'è anche un micro Monkey seat

Newey lo ha montato per sfruttare l'aria calda degli scarichi e migliorare l'efficienza dell'ala

La Red Bull Racing sulla RB10 ha montato una sorta di micro Monkey seat poco sopra la struttura deformabile del crash posteriore: Sebastian Vettel questa mattina ha fatto i primi giri con questa soluzione aerodinamica. Stando alle indiscrezioni, Adrian Newey starebbe cercando di sfruttare l'aria calda dello scarico per far funzionare meglio il profilo principale dell'alettone posteriore, ora che non c'è più il beam-wing. Con la collocazione rialzata dello scarico non è più possibile generare il soffiaggio dello scorso anno (non c'è abbastanza energia per effetto del turbo), ma quanto meno si cerca di usare il flusso caldo per migliorare l'efficienza del main-plane. Intanto alla Red Bull Racing hanno scoperto che si è trattato di un errore umano nella procedura di messa in moto del motore Energy Renault a causare il grave problema alla batteria che ha costretto il quattro volte campione del mondo ai box, mentre la seconda sosta è stata per un problema meccanico conseguenza del primo guaio. Non è stato, quindi, un cedimento non prevedibile, ma solo l'effetto di un grossolano errore. Christian Horner è tornato ieri sera in Europa con Helmut Marko: il team principal ha preferito rientrare in sede a Milton Keynes per seguire da casa gli sviluppi della RB10.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Test
Circuito Vallelunga
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie