Red Bull: un surriscaldamento ha fermato il long run

Red Bull: un surriscaldamento ha fermato il long run

Ricciardo però vede il bicchiere mezzo pieno ed ha parlato di pacchetto più solido

In casa Red Bull continuano i problemi sulla RB10, ma oggi la squadra di Milton Keynes ha fatto qualche piccolo passo avanti. Intanto Daniel Ricciardo è riuscito a scendere fino a 1'37"908, tempo mai avvicinato la settimana scorsa. Inoltre in mattinata è riuscito a girare con una certa regolarità, almeno prima che un problema di surriscaldamento lo obbligasse a fermarsi all'inizio del long run. "Al volante oggi è stata la giornata migliore. Il pacchetto ora sembra più solido. Abbiamo avuto qualche problema anche oggi, ma almeno quando la vettura era in pista siamo riusciti a fare dei run molto utili, con evidenti progressi in mattinata. Questo mi rende più ottimista in vista dei prossimi tre giorni" ha detto l'australiano. Nei dettagli più tecnici poi è sceso Andy Damerun, il coordinatore degli ingegneri, parlando di una mattinata produttiva: "Questa mattina abbiamo iniziato più bene, mettendo insieme diversi giri. Siamo stati in grado di girare senza troppi problemi e piano piano abbiamo aumentato la durata dei nostri run, quindi stava andando tutto secondo i piani". Poi però il problema nel long run ha rovinato la festa: "Quando abbiamo mandato Daniel in pista per un long run, ma abbiamo dovuto interrompere dopo circa cinque giri perchè ci siamo accorti che c'era qualcosa che non andava. Quando ha riportato la macchina ai box abbiamo trovato un problema legato ai gas di scarico, così siamo rimasti nel garage per buona parte del pomeriggio. Prima della fine però siamo riusciti a rimandare Daniel in pista e questo è positivo. Domani quindi speriamo di proseguire sulla linea di questa mattina".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Test
Circuito Vallelunga
Piloti Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Ultime notizie