F1, Test Bahrain, Day 3: Red Bull già OK. Mercedes e Ferrari no

Red Bull chiude al top i test di Sakhir grazie a Verstappen e Perez. Bene AlphaTauri con il rookie Tsunoda e Alfa Romeo, in crescita rispetto al 2020. Mercedes, Hamilton continua a faticare con il retrotreno. La Ferrari SF21 promette sul giro secco, ma preoccupa sul passo gara.

F1, Test Bahrain, Day 3: Red Bull già OK. Mercedes e Ferrari no

La Red Bull attenderà l'avvio del Mondiale 2021 di Formula 1 con fiducia. Dopo aver dominato la sessione mattutina dell'ultimo giorno di test pre-stagionali a Sakhir, in Bahrain, la RB16B si è trovata ancora in testa a fine giornata grazie a Max Verstappen.

Il pilota olandese ha mostrato ancora una volta quanto la versione B della monoposto 2020 sia già pronta per iniziare la nuova stagione e farlo da protagonista. Il primo tempo, con appena 29 millesimi di secondo di vantaggio nei confronti dell'AlphaTauri dell'esordiente Yuki Tsunoda, non spiega bene la forte sensazione di essere davanti a un team più competitivo data dalla squadra diretta da Christian Horner.

Verstappen ha fermato il cronometro in 1'28"960, il miglior tempo assoluto dei tre giorni di test, ottenuto con un treno di mescole C4, le Soft. Honda può sorridere grazie al secondo tempo di Tsunoda, il rookie di belle speranze di casa AlphaTauri, che ha fatto molto bene nel pomeriggio.

Il team di Faenza, però, sembra essere sulla falsa riga di Red Bull, perché in mattinata lo stesso Pierre Gasly aveva mostrato il potenziale della AT02 non solo sul giro secco, ma anche nella simulazione gara effettuata. Da sottolineare, però, come il tempo di Tsunoda sia stato ottenuto con mescole C5, le più performanti della gamma Pirelli che non saranno a disposizione dei piloti nel fine settimana di gara.

Giornata dai due volti per la Ferrari, con la SF21 che mostra di avere più potenziale rispetto alla SF1000 sul giro secco, ma che denota ancora problemi notevoli sul passo gara. Carlos Sainz ha ottenuto il terzo tempo di giornata sfruttando un set di Soft (C4), mentre Leclerc ha chiuso decimo con il tempo di questa mattina.

In casa Ferrari si coglie con soddisfazione la percezione di un motore tornato su ottimi livelli, ma viene celata qualche perplessità legata alle simulazioni gara. Queste hanno mostrato come la SF21 sfrutti troppo le gomme, tanto da far crollare i tempi sul giro in maniera repentina. E' successo nella simulazione gara di Leclerc, ma anche in quella di Sainz, senza contare il guasto idrulico che all'ultima ora di prove ha fermato per qualche minuto Sainz. Magra consolazione i 159 giri inanellati complessivamente da Charles e Carlos.

Alfa Romeo è una delle sorprese più liete di questi test. Ieri con Giovinazzi e oggi con Raikkonen, la C41 ha dato segnali incoraggianti. Il passo gara del finnico mostrato oggi sembra denotare passi avanti considerevoli rispetto alla passata stagione, e anche sul giro secco la percezione è di un miglioramento che potrebbe far sorridere Vasseur e soci. Se sarà sufficiente per recuperare posizioni in griglia è ancora presto per dirlo, ma la C41 sembra un netto passo avanti rispetto alla C39 dello scorso anno.

Mercedes, invece, si trova a far fronte a una situazione tutt'altro che attesa alla vigilia di questi test. Valtteri Bottas sembra aver trovato la quadra, l'assetto giusto, per sfruttare le caratteristiche della W12 E Performance, mentre Lewis Hamilton ha continuato a mostrare difficoltà notevoli con il posteriore della monoposto, tanto da finire in testacoda all'ultima curva una volta alleggerito il retrotreno in seguito a una frenata.

Lewis ha firmato il quinto tempo con un set di gomme Soft, mentre non deve ingannare il 16esimo finale di Bottas. Valtteri ha siglato un passo molto buono in mattinata, mentre, come detto, Hamilton sembra non aver trovato ancora la soluzione ideale per sfruttare le potenzialità della W12, almeno in questi tre giorni di test di Sakhir.

Ottima giornata anche per la McLaren con entrambi i piloti, capaci di firmare un passo gara interessante con tutte le mescole provate sia da Norris che da Ricciardo. Sorprende il sesto tempo finale di George Russell, secondo pilota più attivo con 158 giri totalizzati oggi, secondo dietro ai 166 di Kimi Raikkonen.

Tra il già citato Perez e Leclerc troviamo l'Alpine di Fernando Alonso. Oggi l'asturiano ha avuto modo di girare al pomeriggio con la monoposto transalpina, concentrandosi soprattutto sul passo gara. Difficile capire dove si possa collocare Alpine in questo momento, anche perché lo stesso Ocon - impegnato al mattino - ha sfruttato prevalentemente mescole Hard e Medium.

Non brilla la Haas, che ha visto Nikita Mazepin e Mick Schumacher rispettivamente in 14esima e 15esima posizione, staccati tra loro di mezzo secondo. Un altro team che sembra non aver trovato la quadra della propria vettura è Aston Martin. Sebastian Vettel e Lance Stroll chiudono la classifica odierna, ma a preoccupare non è tanto il risultato odierno, quanto la mancanza di affidabilità della AMR21, nel pomeriggio fermata da un guasto alla sovralimentazione. Il potenziale sembra esserci, ma, a oggi, questo è rimasto quasi tutto racchiuso all'interno dei box del team di Silverstone. Tanti problemi di affidabilità, ancora poche certezze. E tra 2 settimane partirà il Mondiale...

Cla Pilota Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Netherlands Max Verstappen
64 1'28.960 219.010
2 Japan Yuki Tsunoda
91 1'29.053 0.093 0.093 218.782
3 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
79 1'29.611 0.651 0.558 217.419
4 Finland Kimi-Matias Räikkönen
166 1'29.766 0.806 0.155 217.044
5 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
54 1'30.025 1.065 0.259 216.419
6 United Kingdom George Russell
158 1'30.117 1.157 0.092 216.198
7 Australia Daniel Ricciardo
76 1'30.144 1.184 0.027 216.134
8 Mexico Sergio Pérez Mendoza
49 1'30.187 1.227 0.043 216.031
9 Spain Fernando Alonso
78 1'30.318 1.358 0.131 215.717
10 Monaco Charles Leclerc
80 1'30.486 1.526 0.168 215.317
11 United Kingdom Lando Norris
56 1'30.661 1.701 0.175 214.901
12 France Pierre Gasly
76 1'30.828 1.868 0.167 214.506
13 France Esteban Ocon
61 1'31.310 2.350 0.482 213.374
14 Russian Federation Nikita Mazepin
67 1'31.531 2.571 0.221 212.859
15 Germany Mick Schumacher
78 1'32.053 3.093 0.522 211.651
16 Finland Valtteri Bottas
86 1'32.406 3.446 0.353 210.843
17 Germany Sebastian Vettel
56 1'35.041 6.081 2.635 204.997
18 Canada Lance Stroll
80 1'36.100 7.140 1.059 202.738
condividi
commenti
Perez: "La Red Bull ha del potenziale e possiamo crescere!"
Articolo precedente

Perez: "La Red Bull ha del potenziale e possiamo crescere!"

Articolo successivo

F1, Test Bahrain 2021, Giorno 3: l'analisi di Chinchero

F1, Test Bahrain 2021, Giorno 3: l'analisi di Chinchero
Carica i commenti