Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
21 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
63 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
77 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
80 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
98 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
112 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
140 giorni
05 set
Gara in
147 giorni
12 set
Gara in
154 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
168 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
171 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
182 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
196 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
203 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
245 giorni

F1, Test Bahrain, Day 1: Ricciardo al top. KO Mercedes e Ferrari

Daniel Ricciardo, al debutto con la McLaren, ha firmato il miglior tempo nella sessione mattutina del primo giorno dei test pre-stagionali 2021 di Formula 1 a Sakhir, in Bahrain. Problemi per Ferrari e Mercedes

F1, Test Bahrain, Day 1: Ricciardo al top. KO Mercedes e Ferrari

La stagione 2021 di Formula 1 è iniziata ufficialmente questa mattina con la prima sessione dei tre giorni di test pre-stagionali che i protagonisti del Circus iridato svolgeranno da oggi a domenica compresa. A Sakhir l'aria di novità è stata subito palpabile non solo per la diversa collocazione dei test dopo tanti anni in cui a fare da palcoscenico a queste prove è stato il Montmelo di Barcellona, ma anche per il pilota che troviamo davanti a tutti.

Daniel Ricciardo ha colto il miglior tempo provvisorio nella sessione mattutina del primo giorno di test, in quella che per lui è giornata d'esordio ufficiale da pilota McLaren. L'australiano ha fermato il cronometro in 1'32"203 sfruttando un set di gomme Medium (C3).

Un tempo alto, quello del neo pilota della McLaren, dovuto a diversi fattori ambientali. Primo tra tutti la pista sporca, ma anche dal forte vento alzatosi a metà giornata che ha portato tanta sabbia sull'asfalto. In queste condizioni, però, Daniel è risultato più veloce di tutti, pur non essendo stato il pilota più attivo in pista e avendo fatto diverse prove aerodinamiche all'anteriore e sui barge board, che sono stati ricoperti di flow viz per verificare i flussi proprio in quelle zone della monoposto.

Chi è stato molto presente sul tracciato di Sakhir è stato Pierre Gasly. Il pilota francese di AlphaTauri ha firmato un ottimo secondo tempo, sempre sfruttando un set di gomme Medium. Tra Pierre e Ricciardo il gap è stato minimo: appena 28 millesimi di secondo. Gasly è stato anche l'unico pilota a superare il muro dei 70 giri.

Buona mattinata anche per La Red Bull, con Max Verstappen autore di un terzo tempo che dice poco (sebbene il divario da Ricciardo sia di appena 42 millesimi di secondo). Il team di Milton Keynes ha lavorato tanto per provare diverse cose a livello aerodinamico, mentre Verstappen si è anche reso protagonista di un testacoda recuperato con maestria, pur spiattellando il set di gomme con cui stava girando in quel momento. Da segnalare che il crono di Verstappen è stato ottenuto con gomme dure, le C2, dunque degno di nota.

L'Alpine si è subito fatta notare per le forme estremamente generose del retrotreno, ma anche per il quarto tempo firmato da Esteban Ocon. Il francesino ha preceduto la Ferrari SF21 di Charles Leclerc, quinta davanti all'Alfa Romeo C41 di Kimi Raikkonen. Per quanto riguarda la Ferrari, in mattinata non sono stati effettuati long run, ma a pochi minuti dal termine della sessione - prima della pausa pranzo - il monegasco è stato costretto a parcheggiare la sua SF21 a bordo pista per un'anomalia rilevata dai box del Cavallino Rampante. Questo ha di fatto innescato la prima e al momento unica bandiera rossa della giornata.

Leclerc e Raikkonen hanno ottenuto un tempo molto simile, entrambi a poco più di un secondo dal riferimento firmato da Ricciardo. Se la nuova livrea verde scuro metallizzato dell'Aston Martin non brilla sotto il sole del Bahrain, il crono ottenuto da Sebastian Vettel con la AMR21 ha fatto altrettanto, firmando il settimo tempo ottenuto con gomme prototipali (senza banda di riconoscimento sulle spalle). Certo, queste sono solo le prime prove, dunque anche per lui la posizione e il tempo non sono affatto indicativi.

Interessante invece l'utilizzo di un nuovo fondo portato da Aston Martin proprio in questa prima giornata di test. Da segnalare anche un problema avuto dal tedesco in uscita dalla pit lane nella seconda parte della mattinata. Questo ha costretto i meccanici del team di Silverstone a recuperare la monoposto e a riportarla ai box per le doverose verifiche prima di rimandare in pista il 4 volte iridato ex Red Bull e Ferrari.

Roy Nissany ha portato la Williams all'ottavo posto davanti alla Haas-VF-21 di Mick Schumacher. Il tedesco non è riuscito a compiere tanti giri a causa di un guasto idraulico sulla monoposto americana. Non è andata certo meglio a Valtteri Bottas: sulla Mercedes W12, infatti, si è verificato un guasto al cambio che ha costretto il team di Brackley a sostituirlo, perdendo di fatto quasi tutta la sessione. Bottas è riuscito a rientrare in pista a 36 minuti prima della pausa pranzo, ma ha messo assieme appena 6 giri.

Anche per quanto riguarda la Mercedes, molto interessante il nuovo fondo portato a Sakhir e fatto esordire nei primi minuti della sessione odierna. Peccato, però, che Bottas sia stato in grado di fare solo pochi chilometri. Mercedes ha fatto sapere che oggi pomeriggio al volante della W12 ci sarà Lewis Hamilton, ma che Bottas proverà a recuperare il tempo perso oggi nel corso delle prossime 2 giornate di test.

Pos Pilota Vettura/motore  Tempo  Gap  Giri
Daniel Ricciardo McLaren/Mercedes 1'32.203   45
Pierre Gasly AlphaTauri/Honda 1'32.231 0.028 74
Max Verstappen Red Bull/Honda 1'32.245 0.042 60
Esteban Ocon Alpine/Renault 1'32.959 0.756 55
Charles Leclerc Ferrari 1'33.242 1.039 59
Kimi Räikkönen Alfa Romeo/Ferrari 1'33.320 1.117 63
Sebastian Vettel Aston Martin/Mercedes 1'33.742 1.539 51
Roy Nissany Williams/Mercedes 1'34.789 2.586 39
Mick Schumacher Haas/Ferrari 1'36.127 3.924 15
10  Valtteri Bottas Mercedes 1'36.850 4.647 6
condividi
commenti
Aston Martin: il fondo è già copia di quello segreto Mercedes!

Articolo precedente

Aston Martin: il fondo è già copia di quello segreto Mercedes!

Articolo successivo

Sainz: "Un giorno e mezzo di test non basta"

Sainz: "Un giorno e mezzo di test non basta"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento Test di marzo in Bahrain
Sotto-evento Venerdì
Autore Giacomo Rauli