McLaren-Honda frenata dall'elettronica: solo 3 giri

McLaren-Honda frenata dall'elettronica: solo 3 giri

La squadra di Woking ha spiegato che si è trattato di un problema di scambio di dati legati al carburante

Il debutto pubblico della power unit Honda non è andato sicuramente come avrebbero sperato in casa McLaren. Stoffel Vandoorne è riuscito a completare appena 3 tornate al volante della MP4-29H, che ha avuto problemi di varia natura.

In mattinata è stato un problema con l'ERS ad impedire al pilota belga di scendere in pista, mentre nel pomeriggio ha potuto compiere appena tre uscite da solo un giro, con la seconda che si è conclusa con uno stop in pista che ha portato anche all'esposizione della bandiera rossa.

"Penso che abbiamo avuto dei problemi di data-logging, ma non siamo ancora sicuri al 100%, il team sta ancora analizzando tutto. E' lo stesso problema che abbiamo incontrato al secondo giro, quindi speriamo di riuscire a trovare una soluzione per domani" ha detto Vandoorne, ma poi la squadra ha chiarito che si è trattato di un problema di scambio di dati legati al carburante.

"Qualsiasi giro che riusciremo a compirere in questi tre giorni sarà molto prezioso, perché poi avremo due mesi per cercare di risolvere i problemi. Ovviamente avevamo programmato di farne più di tre, ma abbiamo accumulato dei ritardi e non è stato possibile. Se domani ne riusciremo a fare qualcuno in più sarà positivo" ha aggiunto.

"Lo scopo del test è anche quello di avviare la collaborazione tra McLaren ed Honda. E' la prima volta che lavoriamo in pista insieme, quindi è normale che le procedure siano un pochino diverse. In questi primi tre giri comunque ho già potuto dare qualche feedback, anche se ovviamente non abbiamo potuto sfruttare tutto il potenziale della power unit" ha concluso.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Stoffel Vandoorne
Articolo di tipo Ultime notizie