La Caterham con carrozzeria sovradimensionata

La Caterham con carrozzeria sovradimensionata

Smith ha ammesso che l'aerodinamica sarà rivista in Bahrein: l'obiettivo era raccogliere i dati del motore Renault

L'abbiamo definita in modo ingeneroso un'autoblindo, ma non ci siamo sbagliati di molto: la Caterham CT05 che ha girato a Jerez non è la monoposto che vedremo al via del mondiale 2015. Mark Smith, esperto direttore tecnico della squadra di Leafield, non è caduto nel trabocchetto nel quale è cascato Adrian Newey con la Red Bull RB10: il tecnico inglese, infatti, ha realizzato una carrozzeria posticcia e volutamente sovradimensionata negli sfoghi d'aria, temendo che ci sarebbero stati dei problemi di raffreddamento della power - unit Renault. Mark Smith, insomma, aveva messo in conto che ci potevano essere delle difficoltà alla prima uscita in pista dei motori V6 Turbo e si è messo dalla parte dei bottoni deliberando una veste aerodinamica certamente brutta, ma a quanto pare efficace. Va segnalato, infatti, che fra le tre squadre spinte dalla power - unit Renault, la Caterham CT05 è quella che è riuscita a sommare la percorrenza di 76 giri contro le 54 tornate di Toro Rosso e le 21 di Red Bull Racing. "Eravamo a conoscenza dei rischi - hanno ammesso alla Caterham con sincerità - per cui era importante per noi tornare a casa con una mole di dati sufficienti da poter fare un'analisi accurata. Siamo soddisfatti, quindi, del lavoro svolto e possiamo anticipare che in Bahrein ci presenteremo con una veste aerodinamica molta diversa e più tirata che sarà calibrata in funzione delle esigenze di raffreddamento dei sistemi". Insomma l'esatto contrario del pensiero di Adrian Newey...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kamui Kobayashi , Marcus Ericsson
Articolo di tipo Ultime notizie