La Williams FW35 alta davanti, bassissima dietro

La Williams FW35 alta davanti, bassissima dietro

Mike Coughlan ha scelto un muso con un piccolo "vanity panel" e ha miniaturizzato pance e retrotreno

È l’ultima arrivata, ma non per questo sembra la monoposto meno interessante del Circus. La Williams FW35- Renault è stata mostrata nella pit lane del circuito di Barcellona che fra qualche minuto vedrà l’inizio della seconda sessione di prove collettive invernali. MUSO MOLTO ALTO La monoposto progettata da Mike Coughlan è l’estremizzazione di diversi concetti già presentati lo scorso anno: si caratterizza per un muso molto alto che ha un andamento quasi rettilineo rispetto alla linea del telaio grazie all’adozione del “vanity panel”. Il tecnico britannico, infatti, ha voluto esasperare la portata d’aria fra i due piloni dell’ala anteriore, che servono a creare un effetto Venturi, per energizzare al massimo il flusso che viene indirizzato al diffusore posteriore (le telecamere, infatti, sono montate all’interno dei supporti dell’ala, quasi in una prosecuzione del profilo principale dell’ala centrale). DEVIATORI DI FLUSSO GRANDI Sotto al muso ci sono due deviatori di flusso di dimensioni piuttosto generose che servono a dividere i fluidi dell’aria, specializzandone il compito: una parte è destinata al raffreddamento dei radiatori, mentre la maggioranza deve riattaccarsi alla pance per andare all’estrattore posteriore. UPPER FLAP A ESSE L’ala anteriore è già quella che sarà utilizzata in mattinata da Pastor Maldonado nei test e presenta un curioso upper flap a Esse che si ancora solo alla paratia laterale. Tre i profili principali con molti soffiaggi e l’ormai classica arricciatura del piano principale in prossimità della paratia laterale. SOSPENSIONE ANTERIORE PUSH ROD Anche la Williams non ha voluto avventurarsi sul terreno della sospensione anteriore pull rod in stile Ferrari e McLaren, preferendo restare fedele ad uno schema più classico, come il push rod. Il puntone si infulcra nel telaio nella parte più alta, mentre sono stati rialzati gli attacchi dei triangoli sul portamozzo che sono totalmente nuovi. LE PANCE PIU’ SVASATE IN BASSO La FW35 si caratterizza per le pance incredibilmente svasate nella parte inferiore: i tecnici di Grove hanno potuto sfruttare la minore necessità di raffreddamento del motore Renault per ridurre al massimo i pacchi radianti: stupisce quanto marciapiede del fondo ci sia fra il deviatore di flusso laterale e le bocche dei radiatori che sono a forma triangolare. Larghe nella parte alta, strettissime in basso. COME SONO MONTATI I RADIATORI? Questo accurato lavoro di miniaturizzazione è stato possibile grazie all’adozione dei radiatori in una posizione leggermente diversa dal solito che ha permesso di avere anche un andamento molto lineare della fiancata nella parte posteriore che declina fino alla zona degli scarichi disegnati per favorire l’effetto Coanda. SCARICHI COANDA STILE MCLAREN Coughlan, almeno per il momento, ha scelto il sistema McLaren che vuole soffiare i gas roventi fra ruota e paratia dell’ala posteriore, generando una sorta di minigonna termica che sigilla il diffusore all’asfalto. La zona della Coca Cola si restringe molto in un retrotreno che è certamente fra i più miniaturizzati del Circus, grazie ad un nuovo cambio a sette marce che ha portato tutta l’ingranaggeria nella parte più bassa (per ridurre il baricentro) e lasciare campo libero alla ricerca aerodinamica. DIETRO C’E’ IL PULL ROD La sospensione posteriore adotta lo schema pull rod imperante, con il semiasse fra i due bracci inferiori, mentre il cofano motore non porta, almeno per ora, aria alla radice dell’airbox perché è di dimensioni molto ridotte. SOFFIAGGIO PARATIA POSTERIORE La Williams mostra un curioso soffiaggio nella parte anteriore della paratia dell'alettone posteriore, mostrando una cura quasi maniacale alla ricerca aerodinamica. NUOVI DADI DI SERRAGGIO La squadra di Grove propone anche dei nuovi dadi di serraggio delle ruote che sono ovviamente fissati ai cerchi, ma hanno molti più denti. SARA' ANCORA VINCENTE? La FW35 ha un aspetto massiccio nell’anteriore, quanto è filiforme nel retrotreno: fa uno strano effetto perché sembra una macchina non proporzionata, mentre ha semplicemente esasperato alcuni aspetti aerodinamici. L’anno scorso Pastor Maldonado era riuscito a vincere il Gp di Spagna proprio a Barcellona: c’è da chiedersi se la squadra di Grove saprà crescere ancora rispetto al 2012…

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Valtteri Bottas
Articolo di tipo Ultime notizie