F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Stranezza Ferrari: a Imola il fondo era asimmetrico!

Durante il weekend del GP dell'Emilia Romagna una soluzione aerodinamica della SF1000 ci era sfuggita per l'impossibilità di accedere al paddock a causa delle limitazioni anti COVID-19. Ma archiviando le immagini di Imola, Giorgio Piola ha notato una curiosità: il fondo davanti alle ruote posteriori delle due Rosse era di disegno asimmmetrico. Cerchiamo di capire perché...

Stranezza Ferrari: a Imola il fondo era asimmetrico!

La Ferrari continua stupire nel bene come nel male. La stagione 2020 è stata fra le più disastrose della squadra di Maranello e il sesto posto nel mondiale Costruttori resta un punto di caduta che non si era mai toccato negli ultimi quaranta anni di storia.

Fatta la premessa doverosa, vale la pena tirare fuori una curiosità tecnica che è apparsa l’anno scorso durante il GP dell’Emilia Romagna che si è disputato all’Enzo e Dino Ferrari. Quella di Imola è una pista con un senso di marcia antiorario e con curve che girano per lo più a sinistra.

Per sfruttare questa caratteristica del tracciato emiliano gli aerodinamici del Cavallino capeggiati da David Sanchez hanno pensato bene di sviluppare un fondo della SF1000 asimmetrico.

Sì, avete capito bene: davanti alle ruote posteriori, c’è un’area del pavimento del fondo che è molto delicata per il comportamento della monoposto. I tecnici hanno usato il bordo di uscita per introdurre degli slot in diagonale utili a creare una sorta di “minigonna” pneumatica capace di sigillare il fondo al variare dell’altezza dell’assetto Rake: quasi piatto in rettilineo per ridurre la resistenza all’avanzamento e migliorare le velocità massime, molto picchiato sull’anteriore in curva per accrescere il carico aerodinamico.

Dettagli del fondo asimmetrico sulla Ferrari SF1000 al GP dell'Emilia Romagna 2020

Dettagli del fondo asimmetrico sulla Ferrari SF1000 al GP dell'Emilia Romagna 2020

Photo by: Giorgio Piola

Ebbene a Imola nell’appuntamento di novembre c’erano due soluzioni completamente diverse davanti alla ruota posteriore destra, rispetto a quella sinistra.

La strana modifica ci era sfuggita durante il weekend di gara, perché in tempi recenti non si era mai vista in F1 una soluzione asimmetrica del fondo, ma con le limitazione di accesso al paddock della FIA era quasi impossibile disporre di immagini utili a rivelare l’anomalia apparsa all’Enzo e Dino Ferrari.

Perché se il lato destro mostrava il disegno consueto con la fine del fondo che si avvicinava alla gomma posteriore con un angolo retto , dalla parte opposta si poteva notare l’asportazione di una parte del pavimento e di soffiaggi.

Poteva sembrare un fondo danneggiato sui cordoli dell’Enzo e Dino Ferrari, ma le fotografie che vi proponiamo sono delle domenica edevidenziano che l’identica soluzione è stata preparata per i due piloti, Charles Leclerc e Sebastian Vettel, segno che era stata appositamente pensata per le insolite caratteristiche del tracciato di Imola. Ha funzionato? Non lo sappiamo, ma sarà interessante guardare al secondo appuntamento stagionale 2021 se l’idea sfuggita a novembre verrà riproposta…

condividi
commenti
Addio a Manfredini, il braccio destro di Chiti all'Alfa Romeo
Articolo precedente

Addio a Manfredini, il braccio destro di Chiti all'Alfa Romeo

Articolo successivo

AlphaTauri: la AT02 sarà presentata il 19 febbraio

AlphaTauri: la AT02 sarà presentata il 19 febbraio
Carica i commenti