F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Mercedes: scoperto il fondo segreto della W12

James Allison aveva detto in occasione della presentazione della nuova freccia nera che il fondo sarebbe stato molto innovativo per cui era stato tenuto nascosto: Giorgio Piola è riuscito a fotografarlo prima che le monoposto iniziassero i test colletivi. Andiamo a scoprire perché è inedito...

Mercedes: scoperto il fondo segreto della W12

Ecco il fondo che la Mercedes ha voluto nascondere in occasione della presentazione della W12: è davvero rivoluzionario come aveva preannunciato James Allison!

Ve lo diciamo subito, a Brackley hanno realizzato una macchina di nuovo che sembra un passo avanti a tutti, non solo per il disegno del marciapiede, ma anche e, soprattutto, per l’estrattore posteriore di nuovo disegno.

Nel team della Stella hanno lavorato per stringere molto il retrotreno della W12 perché il gomito del diffusore ha un’estensione obliqua in prossimità del cambio (freccia rossa) che evidenzia come abbiano sollevato il differenziale (concetto perseguito anche dalla Ferrari sulla SF21) per aumentare la portata di aria sotto all’estrattore, nel chiaro tentativo di recuperare il carico aerodinamico perso con il taglio dell’aerodinamica deciso dalla FIA.

Dettaglio del fondo rivoluzionario sulla Mercedes W12

Dettaglio del fondo rivoluzionario sulla Mercedes W12

Photo by: Giorgio Piola

L’obiettivo del legislatore era ridurre la downforce del 10%, ma le indiscrezioni dicono che la Mercedes sulla W12 ha già recuperato quasi completamente quel gap.

Il fondo della freccia nera è molto particolare perché subito sotto ai deviatori di flusso laterali inizia un corrugamento del bordo d’uscita con cinque archi sovrastati da un vistosissimo convogliatore di vortice. La soluzione sembra la valva di una conchiglia.

Davanti alla ruota posteriore, invece, ci sono ben quattro deviatori di flusso sistemati in diagonale e di differente grandezza che sono sovrastati da una struttura a ponte più stretta delle appendici sotto (freccia blu).

Ovviamente non mancano le bavette verticali che servono a controllare il “tyre” squirt”, vale a dire limitare le turbolenze generate dalle deformazioni della spalla della gomma in curva o sui cordoli e che sporcano l’andamento dei flussi causando delle repentine perdite di carico: di solit sono solo due, mentre sulla W12 sono diventate tre!

La Mercedes, quindi, ha alzato l’asticella dando subito il segno di quelle che sono le intenzioni della squadra campione del mondo: siccome c’è la destinare le risorse dell’ufficio tecnico alla monoposto a effetto suolo 2022, la W12 deve andare forte subito, senza alcuna pre tattica.

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Test Bahrain: Giorno 1
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Test Bahrain: Giorno 1

Articolo successivo

Mercedes: Bottas ai box, rotto il cambio della W12

Mercedes: Bottas ai box, rotto il cambio della W12
Carica i commenti