F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

McLaren: la "tapparella" alla sospensione posteriore?

Braccio superiore e quello di convergenza servirebbero a creare una soluzione innovativa

McLaren: la
Nelle monoposto 2014 non c’è solo la rivoluzione dettata dalla power-unit che impone il ritorno del motore turbo, questa volta dotato dei sistemi ibridi utili a migliorare il rendimento e a ridurre drasticamente i consumi. Il nuovo regolamento determina anche una drastica perdita di carico aerodinamico: le squadre stanno cercando delle soluzioni fantasiose per compensare, almeno in parte, la mancanza di spinta verticale. Con il limite dei 100 kg/h di carburante non ha senso cercare il carico solo con gli alettoni perché l’incremento dell’incidenza dei profili lo si paga a caro prezzo nella maggiore resistenza all’avanzamento. SOSPENSIONE POSTERIORE INNOVATIVA A tal proposito la McLaren sta studiando una soluzione che potrebbe essere interessante nel retrotreno: la FIA, infatti, ha vietato l’uso dell’ala inferiore posteriore che faceva da sostegno alle paratie, ma assolveva a un’importante funzione aerodinamica. Matt Morris, capo progetto della MP4/29, si sarebbe visto proporre dai tecnici di Woking una trovata interessante che il direttore tecnico Tim Goss ha approvato, solo a patto che in parallelo si realizzasse anche una soluzione più tradizionale. SI CREA UNA TAPPARELLA CON I BRACCI Di che si tratterebbe? A sentire le indiscrezioni ben informate, a Woking starebbero mettendo a punto una sospensione posteriore nella quale il tirante di convergenza farebbe da cascata al braccio superiore, per creare una sorta di “tapparella” (magari anche con il semiasse carenato) per simulare almeno in parte l'ala posteriore inferiore. Nel disegno di Giorgio Piola si nota chiaramente che la McLaren sulla MP4-28 aveva già iniziato a carenare l'area dei bracci vicini al portamozzo. Appare evidente che i tecnici inglesi diretti da Tim Goss siano partiti da questa soluzione per sviluppare un concetto interessante che potrebbe essere ripreso anche da altre squadre. Il concetto, comunque, non è del tutto nuovo perché nel 2007 sulla MP4-22 si era già vista una carenatura del braccio di convergenza sulla macchina progettata da Mike Coughlan. LA MP4-29 E’ MOLTO IN RITARDO La scommessa della McLaren potrebbe dare dei vantaggi di natura aerodinamica, ma pare abbia effetti marcati sulla rigidezza della sospensione. Si tratta di una mossa ardita che si vedrà alla presentazione della macchina, ma che potrebbe già essere sostituita da una soluzione più tradizionale nei primi test di Jerez, dove ci sarà l’assoluta esigenza di percorrere dei chilometri. Il montaggio della prima monoposto pare sia in grave ritardo rispetto ai piani, per cui anche la data della presentazione della vettura potrebbe subire dei sostanziali cambiamenti, tanto che c’è chi non esclude che si possa vedere direttamente in Andalusia… Disegno di apertura: Effe 1 Tech Disegno nel testo tratto da F1 Analisi Tecnica 2007

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jenson Button , Kevin Magnussen
Articolo di tipo Ultime notizie
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola