F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Haas: si provano le orecchie in carbonio che vedremo nel 2022!

Il team americano ha montato sulla presa d'aria dei freni anteriore della VF-21 la protuberanza in carbonio che l'anno prossimo dovrà coprire parzialmente la gomma da 18 pollici. Iniziano gli esperimenti in vista delle monoposto a effetto suolo che nel 2022 rivoluzioneranno la F1.

Haas: si provano le orecchie in carbonio che vedremo nel 2022!

La Formula 1 è già proiettata al 2022: a Silverstone Liberty e la FIA hanno mostrato una show car di come saranno le monoposto a effetto suolo che rappresenteranno un taglio netto con le vetture attuali.

Molte squadre hanno già fermato lo sviluppo della F1 di quest’anno per dedicare tutte le risorse, umane e finanziarie, ai progetti 2022. Nei test che la Pirelli ha effettuato con le attese gomme da 18 pollici, l’Alfa Romeo aveva provato la carenatura del cerchio posteriore che diventerà obbligatoria.

In Ungheria la Haas farà un altro esperimento: sulle gomme anteriori della VF-21 vedremo comparire quelle coperture in carbonio che vedremo apparire su tutte le F1 nel prossimo campionato.

La squadra americana ha montato un’estensione in materiali compositi dalla presa dei freni anteriori. Si tratta di un’orecchia che si estende parzialmente sopra alla gomma anteriore che mostra anche un soffiaggio.

Non dovremo sorprenderci se andando in avanti nella stagione vedremo esperimenti finalizzati alle monoposto a effetto suolo. Si tratta di soluzioni che possono essere provate brevemente nelle prove libere perché non rientrano nelle regole in vigore. I dati, però, saranno molto utili per capire in quale direzione andare nelle scelte 2022.

Haas VF21: ecco l'orecchio in carbonio prefigurazione 2022

Haas VF21: ecco l'orecchio in carbonio prefigurazione 2022

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio di Ungheria: Libere 1
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio di Ungheria: Libere 1

Articolo successivo

F1, Budapest, Libere 1: Verstappen poi le due Mercedes

F1, Budapest, Libere 1: Verstappen poi le due Mercedes
Carica i commenti