F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: i flussi della SF21 sono una questione di naso

La Scuderia ha puntato gli sviluppi della SF21 sul retrotreno, ma un tentativo di migliorare l'efficienza dell'anteriore è stato fatto ridisegnando il muso in funzione dei limiti dettati dalle regole che vietano di effettuare un nuovo crash test di omologazione, avendo speso i gettoni altrove.

Ferrari: i flussi della SF21 sono una questione di naso

La Ferrari vuole scoprire il potenziale della SF21: la squadra di Maranello conta di risalire la china dopo il disastroso campionato 2020 concluso al sesto posto nel mondiale Costruttori.

A Maranello hanno lavorato per ripulire la nuova Rossa dai problemi che avevano condizionato la deludente SF1000.

I tecnici capeggiati da Enrico Cardile hanno modificato in modo particolare il retrotreno della macchina spendendo i due gettoni di sviluppo sul cambio e la sospensione, ma non hanno rinunciato all’idea di migliorare l’efficienza aerodinamica dell’anteriore nonostante il vincolo di mantenere la stessa struttura deformabile anteriore, non potendo effettuare un nuovo crast test essendo il naso omologato dallo scorso anno.

Gli aerodinamici del Cavallino sono riusciti a mettere le mani sul muso, integrando il cape con i piloni che sorreggono l’ala anteriore.

Oltre a guadagnare qualcosa in efficienza aerodinamica, riducendo la resistenza all’avanzamento, si può notare come sia cambiato l’andamento dei flussi nella doppia paratia che si è creata fra il supporto del mantello e il canale che c’è fra piloni e nasino.

Ferrari SF21, dettaglio della nuova presa dell'S-duct

Ferrari SF21, dettaglio della nuova presa dell'S-duct

Photo by: Giorgio Piola

E' cambiato anche la presa d'aria che alimenta l'S-duct che ha ora una forma molto meno arrotondata, aumentando la portata che da sotto al muso porta il flusso sopra al telaio.

Lifting facciale o efficace sviluppo? Lo scopriremo domani dai risultati in pista…

condividi
commenti
Mercedes: packaging più estremo della power unit

Articolo precedente

Mercedes: packaging più estremo della power unit

Articolo successivo

Leclerc: "Sceglierò le battaglie che varrà la pena combattere"

Leclerc: "Sceglierò le battaglie che varrà la pena combattere"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Bahrain
Piloti Charles Leclerc , Carlos Sainz
Team Ferrari Races
Autore Franco Nugnes